/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 20 marzo 2017, 15:58

"Sono rimasto senza benzina": finta auto in panne per scroccare soldi

"Sono rimasto senza benzina, mi puoi dare qualche euro?", ma è una truffa. L'impostore avvistato a più riprese nello svincolo di Vadino.

Si butta in mezzo alla strada fingendo di avere la macchina in panne e di non aver con sé soldi per fare benzina, ma è un impostore che usa questo metodo per racimolare qualche soldo a chi si ferma e contribuisce con qualche euro a dargli una mano.

La scena è ben predisposta e studiata nei dettagli: la vecchia macchina a lato della strada, per simulare di non aver più benzina, la posizione giusta sull'Aurelia ma nei pressi di uno svincolo dove le auto di passaggio sono molte, ma procedono lentamente per immettersi o uscire dall'Aurelia e poi sempre la stessa storia: "Sono rimasto senza benzina, riesci a darmi qualche euro per andare a prenderne una tanica?".

Ci racconta Ilaria, una nostra lettrice: "Questa mattina ero in macchina e da Vadino mi stavo per immettere sull'Aurelia prendendo lo svincolo verso il centro di Albenga quando mi si è buttato davanti alla macchina un signore che mi ha chiesto dei soldi per fare benzina dato che era rimasto a piedi con la macchina. Avevo a disposizione 3 euro e glieli ho dati. Quando ho raccontato l'episodio mi hanno detto che non era la prima volta che andava in scena questo show. Quell'uomo, adottando la stessa tattica ferma diverse persone e a tutti racconta la stessa scusa per farsi dare qualche euro".

Continua Ilaria: "Sono passata dopo un po' nello stesso punto ed infatti l'ho rivisto in azione. Certo non è per i 3 euro, ma è per la truffa orchestrata. Mi sono sentita presa in giro e certo ora mi viene da pensare che forse dovrei diffidare di più della gente". 

"Spero che nessuno caschi più nel suo tranello e che si possa fare qualcosa per farlo smettere", conclude Ilaria.

Mc

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore