/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 28 marzo 2017, 13:30

Andora: convegno internazionale per le celebrazioni del 60° anniversario dei Trattati di Roma

Iniziativa dell’Associazione Culturale Green Butterflies in collaborazione con l’Aeronautica Militare nell’ambito del progetto “Peregrinus”

Andora: convegno internazionale per le celebrazioni del 60° anniversario dei Trattati di Roma

Sono appena partite le delegazioni provenienti dal Nord Irlanda e dalla Repubblica d’Irlanda giunte in Liguria in occasione delle celebrazioni per il 60° Anniversario dei Trattati di Roma.

“Mantenere memoria di ciò che siamo stati, confrontarci su ciò che siamo, per comprendere meglio insieme dove vogliamo andare!” con queste parole l’Arch. Bertoncini ha aperto la conferenza “Progetto Peregrinus. Orizzonti non Confini. Via cielo, terra e mare, il respiro europeo lungo il Cammino di Colombano” tenutasi il 21 marzo nella splendida cornice di Capo Mele presso la sede del Distaccamento dell’Aeronautica Militare alla presenza di autorità civili, militari e religiose.

Il progetto Peregrinus, già insignito della medaglia di rappresentanza del Capo dello Stato Italiano nel 2013, è sviluppato dall’Associazione Culturale Green Butterflies in collaborazione con enti, associazioni e cittadini europei nelle sette Nazioni attraversate dal Cammino di Colombano (Repubblica d’Irlanda, Inghilterra, Francia, Germania, Svizzera, Austria ed Italia) ideato e diretto dall’architetto Bertoncini dal 2012.

Il convegno è stato organizzato in collaborazione con l’Aeronautica Militare ed è stato accreditato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri -Dipartimento Politiche Europee col conferimento del logo ufficiale per le celebrazioni del 60° Anniversario dei Trattati di Roma ed inserito nelle 30° Anniversario del Programma Erasmus.

L’evento ha ricevuto il patrocinio del Parlamento Europeo, della Commissione Europea, della Contea di Ards and North Down (Nord Irlanda), della Regione Liguria, della Capitaneria di Porto, del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, dell’Associazione Arma Aeronautica e dell’ANPd’I.

Sono intervenute due delegazioni di relatori provenienti dal Nord Irlanda (Belfast e Bangor) e dalla Repubblica d’Irlanda (Navan).

Nella mattinata un centinaio di bambini della Scuola Primaria di Andora Molino Nuovo sono giunti al Distaccamento e sono stati accolti dal Comandante Col. Antonio Rubino e dalle delegazioni irlandesi presenti per visitare la mostra degli elaborati realizzati dai bambini delle scuole coinvolte nel progetto con sede in Italia, Repubblica d’Irlanda, Nord Irlanda (UK), Repubblica Democratica del Congo.

Per l’occasione il Distaccamento ha allestito una esposizione di pezzi unici, originali, riferiti alla storia del volo tra gli anni ’20 e ’40 del Novecento, curata dal Sergente Maggiore Flavio Di Vita.

Contestualmente, sono stati esposti modellini di imbarcazioni quali le tre caravelle, le navi vichinghe, i battelli per navigazione fluviale e quelle per i commerci nel mediterraneo nonché modelli delle macchine di Leonardo da Vinci.

Al termine della mattinata una degustazione di prodotti agricoli liguri, piacentini ed irlandesi ha ricordato la comune eredità culturale enogastronomica risultante dall’attività dei monaci colombaniani che operavano in armonia con l’ambiente come ha sottolineato la delegazione irlandese di Dalgan Park dove oggi si insegna ecologia spirituale.

Nel pomeriggio si è tenuta la conferenza (in lingua inglese), aperta dal saluto del Comandante Rubino e dalla lettura dei messaggi inviati dal Presidente del Parlamento Europeo - On. Antonio Tajani, dall’Europarlamentare Benifei, dall’Ordinario Militare per l’Italia - Arcivescovo Santo Marcianò, dal Sottocapo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare - Gen. S.A. Settimo Caputo e dagli “Amis de Saint Columban” di Luxeuil-le-Bains (Francia).

Le relazioni di Deborah Alderman Girvan Presidente della Contea Ards and North Down, dell’architetto Paddy Byrne in rappresentanza dei Knight of Saint Columbanus d’Irlanda, di Derry Haley dei Padri Colombaniani di Dalgan Park Navan, del professor Gerard Clarke degli Amici di San Colombano d’Irlanda, dell’Arch. Manuela Bertoncini, del Dott. Riccardo Badino Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Albenga 1 e 2” e gli interventi delle rappresentanti delle scuole coinvolte hanno confermato la volontà di continuare a lavorare insieme. Il capogruppo del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta Albenga-Imperia Cav. Gianpaolo Usanna ha rinnovato il sostegno al progetto e ricordato la collaborazione con la Capitaneria di Porto per il trasporto in Europa delle “Due Campane per l’Europa”.

Il Presidente del Circolo Nautico di Andora Pierangelo Morelli ed il Vicepresidente Giovanni Bencivenga hanno partecipato condividendo l’esperienza vissuta in Irlanda in occasione del gemellaggio tra il circolo nautico di Andora e quello di Ballyholme a Bangor germogliato nel cuore del progetto Peregrinus che verrà suggellato da una regata nel nome di Colombano che si terrà il 22 luglio 2017.

Toccante la conclusione dell’intervento del prof. Gerard Clarke: “Colombano è un irlandese conosciuto come il primo europeo, come irlandese io non voglio essere l’ultimo europeo!”.

A conclusione della giornata le parole di Monsignor Piero Coletto giunto da Bobbio in rappresentanza degli Amici di San Colombano di Bobbio e la consegna di materiale didattico raccolto nelle scuole che partecipano a Peregrinus al presidente dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia di Albenga Angelo Fresta che lo porterà ad una scuola colpita dal terremoto, gesto accompagnato dalle parole di Bertoncini: “quando la terra trema e le case crollano, ma non i valori, su questi si ricostruisce!”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium