/ Savona

Savona | giovedì 20 aprile 2017, 16:15

Caccia come materia scolastica, la lettera aperta di una lettrice

"Sara' possibile l'esonero per i figli dei genitori che non la pensano come loro???" PER PROGETTO VITA E AMBIENTE (e non morte e ambiente) Nadia Bertetto

Fa discutere la proposta di Bruzzone di introdurre la caccia come materia nelle scuole.

Lettera aperta di una lettrice: "Tempo fa "un uomo" penso' che non tutti potessero vivere su questa terra, occorreva SELEZIONARE, e volle inculcare anche ai bambini delle scuole il suo credo: l'ELIMINAZIONE era l'unico modo efficace per raggiungere lo scopo.

Sono passati anni,...e mi trovo a leggere che " un uomo" della Lega (fra l'altro sostenuto anche da qualcuno del PD), ha ben pensato di insegnare l'arte della caccia ai nostri scolari!!!! Sara' possibile l'esonero per i figli dei genitori che non la pensano come loro???

Genitori che non vogliono che i loro bambini possano imparare che l'uso delle armi puo' essere la soluzione di un problema!!
Che la morte di qualcuno, sia esso anche un animale, possa essere di utilita' ' alla societa'... Non sarebbe meglio far capire che  scellerate politiche mirate solo al soldo facile ed al potere, hanno distrutto l'ambientein cui viviamo e le conseguenze che stiamo pagando e pagheremo sono altissime?

Abbiamo distrutto intere foreste, deviato il corso dei fiumi, cementificato dove il buon senso dei nostri nonni non avrebbe mai permesso che accadesse e continuiamo a farlo, inquiniamo il territorio permettendo la nascita di impianti che non hanno regolee rispetto per nessuno.

Tutto cio' ha irrimediabilmente guastato l'equilibrio della natura anche impedendo la selezione naturale delle varie speci animali,e pian piano anche l'uomo sparira'. E' questo che vogliamo lasciare alle generazioni future??? Sicuramente un bell'esempio di INCIVILTA'". PER PROGETTO VITA E AMBIENTE (e non morte e ambiente) Nadia Bertetto.

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore