/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali Riscaldamento ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 19 maggio 2017, 18:08

Albenga, minaccia di buttarsi dalla finestra chiedendo indietro i soldi sequestrati per spaccio

Una vicenda che si inserisce in un contesto ben più complesso e che riporta l'attenzione anche sui fatti di cronaca avvenuti nei giorni scorsi che hanno visto come protagonisti la madre e il figlio cubani arrestati dai carabinieri, nelle ultime due occasioni per un furto ad una farmacia di Albenga e poi al Conad.

Momenti di paura all'Ipercoop di Albenga quando intorno alle 17,15 un uomo di origini straniere ha minacciato di buttarsi da una finestra rimanendo sul cornicione di fronte ad un capannello di gente preoccupata per quanto si temeva stesse per succedere.

Una vicenda che si inserisce in un contesto ben più complesso e che riporta l'attenzione anche sui fatti di cronaca avvenuti nei giorni scorsi che hanno visto come protagonisti la madre e il figlio cubani arrestati dai carabinieri, nelle ultime due occasioni per un furto ad una farmacia di Albenga e poi al Conad.

In entrambi i casi il giudice aveva deciso di non convalidare gli arresti permettendo ai due di tornare in libertà, nonostante questo oggi i Carabinieri di Albenga hanno ricevuto l'ordinanza di custodia cautelare in carcere da porre in essere nei confronti di entrambi Kenia Almaguer Reynaldo, 40 anni, e Luis Yadir Farga Reynaldo, di 20 in particolare per il furto in farmacia.

La donna è stata raggiunta dall'aliquota operativa del No  in un appartamento in via al Piemonte dove era insieme ad un uomo di origini nordafricane.

Mentre per l'ordine di custodia la donna cubana è stata portata a Pontedecimo, il nordafricano è stato portato in caserma e denunciato in stato di libertà per ricettazione, in quanto aveva il possesso di un motorino rubato a Loano a metà aprile e detenzione ai fini di spaccio avendo 10 grammi di hashish e 500 euro in banconote di piccolo taglio.

Ed è stato proprio l'uomo a minacciare di buttarsi dalla finestra di fronte all'entrata dell'Ipercoop se non gli fossero stati restituiti immediatamente i soldi in contanti sequestrati.

Fortunatamente grazie all'immediato intervento di Vigili del Fuoco e Carabinieri l'uomo è stato fatto desistere dal suo intento.

Per quel che riguarda il figlio della donna cubana, invece, è stato raggiunto dalla Polizia Locale di Albenga dopo un inseguimento da film avvenuto in viale Pontelungo e terminato in Piazza Nenni.

Il giovane era stato segnalato da una cittadina che lo aveva notato e conoscendolo temeva potesse commettere nuovi furti. La Polizia Locale sapendo dell'ordinanza di custodia cautelare hanno effettuato un appostamento nelle zone solitamente frequentate dal giovane.

Sorpreso si è dato alla fuga seguito dagli agenti della Polizia Locale che sono riusciti a bloccarlo e lo hanno condotto in caserma dai Carabinieri di Albenga. L'uomo verrà portato in carcere ad Imperia.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore