/ Savona

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Savona | domenica 18 giugno 2017, 11:00

Compiono 25 anni gli ormai “storici” savonesi Mistic Zippa

Una band che da un quarto di secolo infuoca i palchi della Liguria, ma anche in giro per l’Italia e all’estero, con una miscela unica di ska, punk, black music e new wave

La provincia di Savona è sempre stata un po’ terra di “calciomercato” tra i musicisti delle varie band locali: gruppi che si sciolgono, gruppi che rinascono… Quindi, in un panorama così movimentato, se per una band durare 5 o 10 anni è già un bel traguardo, mantenere il timone saldo per addirittura un quarto di secolo diventa qualcosa che ha del miracoloso.

E ci sono riusciti i Mistic Zippa, una band che in questo 2017 compie ben 25 anni di attività. Parliamo di due decenni e mezzo vissuti “on the road”, portando sui palchi anche ben oltre i confini liguri un sound esplosivo e trascinante, una vera miscela unica di ska, punk, black music e new wave. Abbiamo intervistato il chitarrista Michele Redemagni per fare il punto della situazione, tra tanti anni di bei ricordi ma anche altrettanti progetti futuri.

Un quarto di secolo di carriera è un traguardo raro nella scena musicale del Savonese: vuoi raccontare ai Lettori di Savonanews la vostra storia e magari anche svelare il vostro segreto di longevità?

“Se ci ripenso, si tratta davvero di tanto tempo… La nostra storia è comune a quella di tante band degli anni ‘90 , nasce dalla passione per la musica di 6 amici che ci ha portato a formare i Mistic Zippa. Sin dalle prime esibizioni nel savonese abbiamo avuto un ottimo riscontro da parte della gente che ci ha spinto a fare i nostri primi demo tape autoprodotti; grazie poi all’appoggio in quegli anni  del collettivo “Tuttipazzi”, quelli della storica fanzine, e alle loro conoscenze siamo riusciti nei primi anni ‘90 a suonare in tutta l’Italia e all’estero, facendo di spalla a Persiana Jones, Fratelli di Soledad, Shandon, Trans Global Underground, Africa Unite,  Punkreas, Pitura Freska  (solo per citarne alcuni) e calcando i palchi di posti storici come il Leoncavallo, i Murazzi, il Bloom di Mezzago, L’Alcatraz di Milano, il Goa Boa, il Pala Tenda a Genova. Il segreto della nostra longevità sta nella voglia di continuare a suonare solo per la passione senza tante ansie ed è difficile smettere quando fai una cosa che continua a farti divertire”.

So che recentemente la band ha accolto dei “nuovi acquisti”: ci presenti la formazione attuale?

“Dopo l’uscita del nostro ultimo album “L’esigenze ti rendono feroce” abbiamo avuto una battuta di arresto per la defezione del nostro storico Bassista Luca Vicenzi, sostituito per circa un anno da Marco Luciano; ora al basso suona con noi in pianta stabile Simone Perata. Per noi è stato un ottimo acquisto, ci siamo immediatamente trovati a nostro agio con il suo modo di suonare e di vedere la musica e abbiamo aggiunto al sax  Walter Sismondo; lui sui brani ska e reggae ci da quella spinta che nel nostro genere è fondamentale, direi che quella odierna è sicuramente la formazione più tecnica e preparata degli ultimi 25 anni e aver raggiunto questo livello è un altro dei motivi che ci spinge a continuare”. Ricordiamo che gli altri componenti della band oltre quelli qua citati sono Fulvio Zacco (voce), Michele Redemagni (chitarra), Marco Falanga (tastiere) e Marco Babboni (batteria).

A che punto è il nuovo disco?

“Per quanto riguarda il nostro nuovo disco abbiamo parecchie canzoni nuove, ora passata l’estate e tutti gli impegni musicali dei vari elementi decideremo con calma come procedere con il nuovo materiale, che comunque stiamo già testando nei concerti”.

E naturalmente concludiamo con gli appuntamenti live: dove potremo festeggiare con voi questi 25 anni di storia?

“Saremo il 30 giugno alla Fortezza del Priamar,  l’8 di luglio in piazza a Cairo Montenotte e il 30 sempre di luglio in piazza a Millesimo”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore