/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 22 giugno 2017, 12:33

Fermato il “vandalo della rumenta” di Finale e Pietra

Si tratta di un uomo adulto che agiva in stato di ebrezza. Dopo avere ribaltato i cassonetti di via De Raymondi a Finale Ligure si era spostato a Pietra Ligure per completare l’opera

È stato individuato e fermato dai Carabinieri di Pietra Ligure un maschio, adulto, in stato d’ebrezza, che la scorsa notte aveva compiuto alcuni atti vandalici nel comune di Finale Ligure, ribaltando i cassonetti per la raccolta differenziata di via De Raymondi. L’uomo è stato colto sul fatto a Pietra Ligure mentre cercava di mettere in atto altri gesti analoghi. Pare che la persona individuata avesse già dei precedenti in tal senso.

Abbiamo interpellato il sindaco di Finale Ligure, Ugo Frascherelli, che attraverso il suo profilo Facebook aveva denunciato la devastazione dei bidoni della spazzatura con una foto.

Quindi, signor sindaco, l’episodio di via De Raymondi è puro vandalismo? Non si è trattato di una ripicca legata al fatto che nei giorni scorsi l’amministrazione comunale aveva severamente ammonito il conferimento scorretto della raccolta differenziata? (leggi QUI).

“L’uomo è già stato individuato dai Carabinieri e fermato a Pietra Ligure. In questo caso si tratta di un puro atto vandalico di un ubriaco. Quello sulla differenziata è solo un comportamento non corretto, come chi parcheggia in divieto di sosta o getta le cartacce per terra, per esempio. Non esiste un nesso tra questi episodi”.

Ho letto tra i vari commenti su Facebook anche le lamentele di persone che denunciavano anche problematiche a fioriere e tombini. 

Commenta il sindaco: “Anche in questo caso bisogna fare dei distinguo: la scorsa estate avevamo piantumato nuove piantine sul lungomare di Varigotti e qualcuno poco tempo fa si è portato a casa le piante. Quello non è un atto vandalico, è un furto. Del resto, se nei dieci comandamenti si parla di ‘non desiderare la roba d’altri’, vorrà ben dire che questi spiacevoli episodi sono sempre esistiti, non stupiamoci ora. Mi sono stati segnalati anche minimi episodi di atti vandalici, ma non diamo sempre la colpa solo ai ragazzini. Per esempio l’uomo appena fermato è un maschio adulto. Le bravate dei ragazzini ci sono sempre state e sempre ci saranno, tutti le hanno fatte, inoltre d’estate la densità di popolazione è maggiore e questi fenomeni aumentano. Ma è una minoranza che non rispetta le norme, cerchiamo di non ingigantire le cose”.

Però si moltiplicano i commenti iracondi su Facebook: quanto è alto il “rischio reazione”?

“Ripeto quanto ho già detto nel pubblico incontro con il maresciallo Napoli dei Carabinieri a Finalpia. Finale è un posto sicuro e il fatto che questa persona colpevole di atti scorretti sia già stata individuata e ne è la prova. L’importante è che i cittadini siano collaborativi e disponibili con le forze dell’ordine, ma non cerchino mai di sovrapporsi ad esse: io l’ho sempre detto, sono contrario alle ronde. Finale Ligure è già abbastanza ben pattugliata e non è il caso di creare allarmismi o paure si casi isolati e sporadici”.

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore