/ La domenica con Fata Zucchina

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

La domenica con Fata Zucchina | domenica 16 luglio 2017, 06:30

Ecco le ricette di felicità di Fata Zucchina

“La domenica con Fata Zucchina” è la rubrica settimanale che sino a dicembre animerà questo spazio, con quaranta pillole tratte dal bilibro di Renata Cantamessa “Il Mistero del Grandalbero – Ricette Favolate di Fata Zucchina”, in un viaggio tra ricette di cibo, salute e felicità… ma non solo.

Il quinto capitolo del giallo “green” di Renata Cantamessa “Il Mistero del Grandalbero” si è concluso in modo del tutto inaspettato: non resta quindi che tornare al termine delle vacanze estive, a metà settembre, per scoprire il resto della storia! Per restare in tema di emozioni e “cuore sospeso”, proseguono le “Ricette di Felicità” dei bambini in cura oncologica presso l’Ospedale Infantile “Regina Margherita” di Torino e ospiti de “La Collina degli Elfi” Onlus di Govone. Felicità è…

 

(TRATTO DAL LIBRO, “Ricette Favolate di Fata Zucchina
Ricette di Felicità – Parte 3”)

 Diana
Per me la felicità sta nelle piccole cose; non mi serve molto per essere felice, mi basta avere i miei amici vicino. Non importa dove sono, ma chi sono. Insomma, le cose semplici sono la mia felicità, e sono contenta di tutto ciò che ho perché la mia fami- glia e i miei amici sono il mio tesoro più grande, soprattutto la mia fantastica sorella che è anche la migliore amica.

G.
Per fare la ricetta della felicità mi servono molti amici; per essere più felice tanti giorni di la di allenamenti e partite. E poi vorrei vedere ogni giorno i miei migliori amici.

Monica
La felicità è quella piccola grande cosa che nasce spontaneamente, nonostante tutte le avversità della vita. È quel pizzico di magia che colora e rende tutto più bello e colorato. La felicità è formata da tanti piccoli gesti che insieme portano ad un unico grande scopo: vivere meglio e più a lungo, perché si sa... le PERSONE FELICI E POSITIVE SONO IL SALE DELLA VITA! Siate più felici e meno negativi!

Stefano
Felicità è il contrario di assenza.

H.
La mia ricetta: 23 chili di amici, 37 chili di famiglia, 40 chili di maestre: uguale al 100% di felicità.

Simona
Felicità per me è toccarsi con gli occhi. È sentire la musica anche se non si sente. È annusare l’allegria. È gustare l’imparare. È tenersi per mano e andare... anche vicino ... ma andare!

Giulia
La felicita?
La felicità non so cosa sia, so però che quando le persone che amo stanno bene io sono felice...

I.
74 chili gli amici, zero chili di prese in giro, 20 chili di famiglia. Vorrei tantissima allegria e fedeltà.

Elisabetta
Io non sono niente, ma ho tanta voglia di aiutare la gente. Una piccola goccia nell’infinito mare. Ma è così arricchente aver voglia di dare! Non si dà però mai abbastanza, rispetto a ciò che si riceve, perché l’amore che ti torna in cambio scioglierebbe persino la più dura neve. Dai bimbi e le loro famiglie abbiamo tanto da imparare, poiché da loro comprendiamo cosa significa vivere e lottare. La mia ricetta di felicità è questa: “Divieni ciò che sei, vivi con amore, mantieni aperto agli altri il tuo cuore”. Ecco perché difficilmente mi vedrai mesta!

Le restanti settimane estive della rubrica saranno (quasi) interamente dedicate alla cucina: tanti i piatti ideati da SuperCheffo (alias Alessandro Pavesio), pronti da cucinare e gustare insieme ai propri bambini. In fondo, la felicità, si alimenta anche in cucina. Ecco il primo piatto di questa mini-serie che vi aspetta domenica prossima: le capesante gratinate alla nocciola Piemonte!

Per leggere lo scorso episodio della rubrica, clicca qui:

TargatoCN: bit.ly/2sP33hE

Torino Oggi: bit.ly/2sTnk9Q

Savonanews: bit.ly/2vbkKJi

Sanremonews: bit.ly/2uQ1v8M

 

Dove si può acquistare il Bilibro?

Per scoprire tutti i contenuti del bilibro di Renata Cantamessa (alias Fata Zucchina) “Il Mistero del Grandalbero – Ricette Favolate di Fata Zucchina”, si può acquistare su Arabafenicelibri.it (http://bit.ly/2nAOXAp), presso tutti i negozi Coop o ordinandolo alla propria libreria di fiducia.

 

Quanto costa? A chi sono destinati i proventi della vendita?

Il prezzo è di 10€. I proventi raccolti dalla vendita (2€ a libro) saranno donati in Piemonte a favore del progetto F.A.T.A. di Fuoriterapia Assistita con Animazione dell’Ospedale Infantile “Regina Margherita”, in collaborazione con l’Associazione Onlus “La Collina degli Elfi” di Govone d’Alba. Il ricavato di Liguria e Lombardia sarà rispettivamente devoluto all’Ospedale “Gaslini” di Genova e alla Fondazione “De Marchi Onlus” di Milano.

 

Scorri al fondo della pagina per consultare la scheda di presentazione del libro.

 

Contatti

E-mail: renata@fatazucchina.eu

Sito web: www.fatazucchina.net

Pagina Facebook: Renata Cantamessa – Fata Zucchina

Instagram: @fatacantamessa

Twitter: @RCantamessa

Youtube: Renata Cantamessa – Fata Zucchina

 

Chi è Renata Cantamessa?

Giornalista di carta stampata e web, autrice e conduttrice radio-televisiva, doppiatrice

di cartoon, ghostwriter e project-manager, cresce professionalmente nel settore della

cooperazione. Opera in modo trasversale su comunicazione e multimedia-marketing, con specifica attenzione attorno ai temi strategici dell’agroalimentare, della territorialità, del benessere e della sostenibilità. Oltre al mondo della cooperazione e dell’agricoltura (ortofrutta in primis), collabora attivamente con la GDO-Grande Distribuzione Organizzata italiana, la Sanità Pubblica (Asl territoriali), l’Università degli Studi di Torino, gli Istituti di Istruzione Superiore a indirizzo agrario-alberghiero e con l’USR-Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, con un coinvolgimento sulla progettazione dell’attività formativa di alternanza scuola-lavoro. Dal 2013 veste la “nuova identità” di Fata Zucchina, da lei creata e impersonata come icona moderna del Food&Wealth (Health + Welfare) per divulgare nuovi modelli di integrazione e consumo nella relazione tra persone e territorio.

 

Chi è Fata Zucchina?

E’ la prima “fata agricola” italiana, proposta come modello smart di avanguardia al femminile, per ricordare che le donne possono essere un importante veicolo di innovazione in agricoltura. Un omaggio diretto a quell’oltre 70% di lavoro agricolo che - nel mondo - è realizzato da generazioni di donne rurali. Ma non solo: la “bacchetta magica” di Fata Zucchina – ovvero la sua divulgazione attraverso progetti che diventano rubriche, come “Il Bugiardino di Fata Zucchina”- si rivolge per antonomasia al settore primario, come snodo centrale di una “nuova economia”. C’è dunque l’Agricoltura con l’iniziale maiuscola al centro del cuore di questa fata rurale, cioè quel Made in Italy fatto di terra variegata, mani laboriose e grandi intelligenze, che ha bisogno di tornare a simpatizzare con le famiglie e di giocare con i bambini, accendendo la loro voglia di fare, di immedesimarsi e costruire; educandoli a trattare i frutti della terra come nuovi “amici” e a seminare una felicità fatta di beni relazionali, tradizione e innovazione.

 

 

 

Renata Cantamessa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore