/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 17 luglio 2017, 19:49

Area di crisi complessa, riunito oggi il comitato territoriale

E' stato concordato con i sindacati che le misure riguarderanno tutti i disoccupati, ex dipendenti dalle aziende in crisi, con sede nei 21 Comuni riconosciuti nelle aree di crisi complessa, senza vincolo quindi della residenza del lavoratore singolo

Riunito oggi, nella sede della Regione Liguria, dal presidente Giovanni Toti e dall'assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, il comitato di coordinamento territoriale con i sindacati.

L'incontro è stato convocato per un 'confronto sui contenuti del progetto di riconversione e riqualificazione industriale e per la condivisione della tempistica dell'iter di sottoscrizione dell'accordo di programma sulle aree di crisi industriale complessa del savonese. Durante l'incontro, il presidente Toti e l'assessore Rixi hanno illustrato quanto emerso durante l'ultimo incontro a Roma con il ministro Calenda e hanno indicato i prossimi passaggi che porteranno alla firma dell'accordo entro il 2017.

“Venerdì – ha spiegato l'assessore Rixi – porteremo in giunta la delibera per completare la fase di istruttoria e a settembre partirà la call per gli investimenti, la manifestazione di interesse per la selezione di imprese interessate all’insediamento, propedeutica alla firma dell'accordo entro l'anno”.

Per quanto concerne i lavoratori che potranno rientrare nelle misure dedicate alle aree di crisi industriale complessa, è stato concordato con i sindacati che le misure riguarderanno tutti i disoccupati, ex dipendenti dalle aziende in crisi, con sede nei 21 Comuni riconosciuti nelle aree di crisi complessa, senza vincolo quindi della residenza del lavoratore singolo.

 

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore