/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

VENDO POLO 1.4 BENZINA 85 CV, BUONO STATO, PRESENTA ALCUNE RIGHE SULLA CARROZZERIA MA NEI PROSSIMI GIORNI VERRANNO...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 17 luglio 2017, 07:36

Provincia di Savona vicina all'emergenza sangue. L'appello del dottor Tomasini: "Andate a donare prima di andare in vacanza"

I Centri Trasfusionali sia di Savona che di Pietra Ligure sono aperti 6 giorni su 7 dal lunedì al sabato. "Saremmo disposti ad istituire anche un pomeridiano per effettuare le donazioni"

Arriva l’estate e con questa il rischio di incorrere in una vera e propria Emergenza Sangue. Mentre in provincia di Imperia il rischio concreto è quello di dover procrastinare gli interventi chirurgici programmati,  nel savonese attualmente non si corre questo rischio, sebbene un sensibile calo di donazioni è stato registrato anche qui.

Spiega il dottor Andrea Tomasini: “Nella nostra Provincia riusciamo a raccogliere circa 16mila sacche di sangue l’anno. Con queste cerchiamo di aiutare e fare fronte comune con le altre Provincie per affrontare l’emergenza sangue che, purtroppo, si ripresenta ad ogni stagione estiva.”

“E’ proprio in questa stagione, infatti – spiega il dottore – che i donatori che possono vanno in vacanza e quelli che rimangono in zona spesso si trovano a dover affrontare ritmi frenetici di lavoro. L’appello che lanciamo è quello di donare prima di partire per le proprie vacanze o cercare di trovare un’ora di tempo per fare questo gesto che spesso può salvare delle vite”.

Ricordiamo, a tal proposito, che i Centri Trasfusionali sia di Savona che di Pietra Ligure sono aperti 6 giorni su 7 dal lunedì al sabato. “Saremmo disposti ad istituire anche un pomeridiano per effettuare le donazioni – afferma Tomasini – qualora riscontrassimo che questo potrebbe agevolare i donatori”.

L’appello alla donazione è rivolto nei confronti di tutti i gruppi sanguigni in particolare, però per i gruppi 0 e A sia positivi che negativi.

Con l’occasione ricordiamo che donare il sangue è un gesto che non solo aiuta gli altri ma fa bene anche a se stessi, infatti il donatore viene periodicamente sottoposto a controlli medici dettagliati, e gli vengono fatte gratuitamente tutte le analisi del sangue e il controllo dei valori di pressione e glicemia.

Conclude il dottor Andrea Tomasini: "Donare non comporta controindicazioni, specie se si adottano alcune accortezze. I medici sono sempre disponibili e seguono i donatori in maniera accurata ed attenta. La nostra provincia inoltre ha anche molte realtà territoriali come Avis e Fidas dai quali proviene circa l'80% delle nostre donazioni e speriamo che il numero di persone che decidono di fare questa scelta possa, anche attraverso l'attività di sensibilizzazione di tutti, crescere".

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore