/ Al direttore

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | giovedì 27 luglio 2017, 10:30

Cairo: condizioni dell'albero in via Fratelli Francia, Cobas utenti scrive al sindaco

Franco Secondo Roi Xibilia per Cobas utenti: "Mi limito a richiedere una attenta verifica delle condizioni di salute dell'albero e di voler procedere ad una adeguata operazione di potatura in altezza ed in larghezza, per ottenere infine un risultato congruo e condivisibile"

Lettera aperta Franco Secondo Roi Xibilia  per Cobas utenti per le condizioni del verde pubblico a Cairo Montenotte, in particolare per l'albero che sta all'incrocio tra via Fratelli Francia e corso Dante

"Al Preg.mo Dr.Paolo Lambertini  Sindaco di Cairo Montenotte

Lo scrivente, a nome di Cobas utenti e di parecchi/ie cittadini/e cairesi, formula le seguenti osservazioni:

ogni pianta ha certamente necessità di cure particolari,verifica dello stato di salute, anche in relazione alle esigenze di sicurezza della popolazione circostante, costanti attenzioni agronomiche;

all'interno del Comune di Cairo, come dappertutto, vi sono situazioni critiche,che vanno affrontate con tempestività;

in particolare, mi riferisco alla presenza dei pidocchi sugli alberi di piazza della Vittoria,di cui il Comune si sta occupando;

ebbene, il problema annoso che pongo è, più, che eccezionale, incredibile e concerne l'albero che sta all'incrocio tra via Fratelli Francia e corso Dante;

trattasi di un albero mastodontico, privo di particolari utilità, in quanto, anche più basso e stretto, produce egualmente la benefica ombra estiva;

a quanto si ricorda, l'ultima volta che sia stato soggetto a potatura, risale ai tempi della prima giunta Briano, con assessore Goso;

le motivazioni sono incomprensibili, tenendo conto che invece alberi similari sono regolarmente soggetti a potatura comunale;

gli alberi di corso Dante vengono regolarmente potati,ma la potatura si ferma di fronte all'albero misterioso, non solo, ma inizia a divenire limitata anche per gli alberi adiacenti Palazzo di Città;

è stupefacente, le giunte precedenti a Briano procedevano sempre a una regolare potatura: da quando è stato realizzato Palazzo di Città, si è provveduto a che gli automobilisti in arrivo dalla piazza o dal ponte non vedessero Palazzo di Città, dando un colpo di grazia ulteriore all'immagine del paese;

a questo si aggiunge la difficoltà oggettiva di illuminazione dell'ultimo tratto di corso DANTE, in quanto gli alberi mal potati o non potati impediscono l'utilizzo di normali lampioni;

ancora, la crescita verso l'alto del malcapitato vegetale crea l'impossibilità per i poveri abitanti del palazzo fronteggiante di vedere la piazza, con una perdita-va sottolineato-di valore degli appartamenti, costruiti quando la potatura era annuale.

Pertanto, mi limito a richiedere una attenta verifica delle condizioni di salute dell'albero  e di voler procedere ad una adeguata operazione di potatura in altezza ed in larghezza, per ottenere infine un risultato congruo e condivisibile". 

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore