/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | domenica 13 agosto 2017, 18:12

Il Comitato Savonese "Acqua Bene Comune" si riunisce a Pietra Ligure per dire no al 3° Ambito

Si parlerà anche di coinvolgimento delle varie amministrazioni comunali e dell'assemblea per il coordinamento nazionale di settembre

immagine di repertorio

Il Comitato Savonese "Acqua Bene Comune" annuncia un nuovo incontro pubblico a Pietra Ligure, presso la struttura che fa da sede alle associazioni pietresi, nel parcheggio dell'ex campo sportivo. L'appuntamento è per mercoledì 16 agosto alle 21.30.

Il primo punto all'ordine del giorno è la bocciatura del 3° Ambito. Spiegano gli organizzatori: "Come ci siamo detti nella scorsa riunione questo atto rischia di mettere in crisi il nostro comune lavoro di 15 anni e regalare la nostra acqua e il nostro servizio idrico ai privati.

La nostra mobilitazione è quindi indispensabile e l’unica che può bloccare e risolvere la situazione.

Dovrà però essere ampiamente partecipata e ben articolata sul territorio.
Quindi che ognuna/o si faccia promotore di diffondere e coinvolgere altre/i in questo decisivo lavoro.

Proponiamo che, come per la referendaria del 2010/11, in ciascun comune nasca un Comitato autonomo e autogestito o, magari, un Consiglio Popolare dell’Acqua, che si coordini per il lavoro e le attività tramite il Comitato Savonese. Questo per lasciare spazio ed autonomia ai territori e per dare loro maggiore incisività."

Tra gli altri punti in programma, si cercherà la massima sensibilizzazione nei confronti dei sindaci e, più in generale, dei pubblici amministratori, su questo tema e si valuteranno delle proposte di autofinanziamento per tenere attivo il Comitato. 

Il tutto, nell'ottica di partecipare all'assemblea per il coordinamento nazionale che si terrà il 24 settembre.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore