/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | domenica 20 agosto 2017, 11:28

Appello del Comitato per gli Immigrati: “Segnalateci le cellule in Liguria, ora vogliono colpire l'Italia”

Il presidente Aleksandra Matikj: "E' importante ricordare che i migranti non sono terroristi e che istigare all'odio contro di noi in Liguria, potrebbe soltanto allontanare chi sa qualcosa"

Il “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” lancia l'immediato appello e ricorda che è sempre disponibile ad aiutare i Cittadini ed i Residenti di ogni etnia e religione così, come da due anni circa, invitiamo a segnalare, anche in forma anonima, eventuali cellule terroristiche in Liguria.  A lanciare l’appello il presidente Aleksandra Matikj.

"Già a dicembre 2015 ci arrivò una segnalazione anonima che prontamente abbiamo segnalato all’allora Governo Matteo Renzi, Ministro Angelino Alfano e Papa Francesco. Dopo pochi giorni furono arrestati 4 kosovari dell'ISIS tra Savona, Brescia e Vicenza. "Questo Papa sarà l’ultimo", scrivevano sul web ma grazie al nostro tempestivo intervento sono stati fermati in tempo. Precisiamo che chi ci aveva passato l'informazione non è stato segnalato da nessuna parte".  

"Crediamo, altresì, che sia importante ricordare che i migranti non sono terroristi e che istigare all'odio contro di noi in Liguria potrebbe soltanto allontanare chi sa qualcosa, considerando che quella importante segnalazione ci è stata comunicata proprio dagli Stranieri che avevano deciso di parlare, sostenendo che il Corano insegna di non uccidere". 

"Intanto esprimiamo anche noi sentite Condoglianze a tutti i familiari barbaramente uccisi nell'ultima strage a Barcellona e Cambrils e, davanti alla minaccia odierna dell'ISIS: "Prossimo obiettivo è l'Italia", invitiamo tutti a mantenere la massima lucidità e a non cedere al panico. Se sapete qualcosa ma avete paura di essere rintracciati e non avete il Coraggio di parlarne con le Autorità, noi garantiamo la massima segretezza e la privacy per cui, davvero avvisateci. Potrebbero essere salvate centinaia di vite. Basta mandare una mail al seguente indirizzo matikj.aleksandra@gmail.com Ringraziamo in anticipo tutti per la Collaborazione", conclude seriamente la Matikj.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore