/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 23 agosto 2017, 08:32

Silp: "Lo Stato non può tagliare sulla sicurezza"

Dopo i fatti di Sanremo mobilitazione unanime sul tema sicurezza

Silp: "Lo Stato non può tagliare sulla sicurezza"

"La società in cui viviamo sta profondamente cambiando, un cambiamento a cui ci dovremo abituare. Non dovremo però pensare di convivere con la paura perché questa non deve mai vincere quando si sta dalla parte di uno Stato democratico, di una Polizia democratica" afferma la segreteria provinciale Silp. 

"Ciò che invece deve cambiare è la concezione di una Polizia fatta di uomini e donne che ogni giorno fanno un lavoro encomiabile con risorse come quelle a disposizione oggi. Tante volte abbiamo ripetuto che lo Stato non può tagliare sulla sicurezza elo dicevamo non perché scrutavamo gli aruspici ma solo perché siamo guidati dal buon senso. ORA SI DÀ RAGIONE ALLA NOSTRA TESI. In ritardo però!" spiegano dopo i fatti di Sanremo. 

"Occorre che il personale sia dotato di dispositivi di protezione adeguati, di mezzi adeguati ma soprattutto che abbia a disposizione unità operative sufficienti ad affrontare le emergenze. Non basta una sola volante sul territorio perché i rischi, altrimenti, sono quelli che si presentano in situazioni come quella di Sanremo".

"Non possiamo dire «è-andata-bene». Il collega se l’è cavata e la pelle è salva. L’asportazione della milza è il tributo che ha dovuto pagare, purtroppo. Avere pochi uomini a disposizione porta a questo. I concorsi si stanno facendo, è vero, ma il gap da coprire è troppo, troppo grande e si deve correre per rimediare. Nel frattempo bisogna stanziare risorse da mettere a disposizione delle Forze di polizia per dotarle di tutto ciò che offre il progresso nella ricerca di materiali sempre più performanti e strumenti tecnologici all’avanguardia. Abbiamo visto come in Europa la tragica sequenza dei fatti accaduti abbia portato grandi cambiamenti nelle dotazioni e nei mezzi. Ciò era accaduto al tempo degli Anni di piombo. In tutti i casi, però, c’è scappato il morto. La politica deve fare la sua parte e scendere in campo sposando questa tesi. Le urne sono alla porta" concludono dalla segreteria Silp. 

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore