/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | martedì 29 agosto 2017, 08:00

"Alassio è una Bidonville": la segnalazione di una lettrice

L'assessore Vinai: "Stiamo mettendo a regime il sistema. Il servizio funziona anche se è migliorabile. Da ottobre nuovi bidoni al di sotto della ferrovia e studieremo nuovi passaggi sistemando il calendario degli stessi"

"Alassio è una Bidonville": la segnalazione di una lettrice

“Alassio è una Bidonville” la segnalazone di una turista inorridita dal sistema differenziazione non lascia molto adito a fraintendimenti, la percezione è nettamente negativa e troppe sembrano essere ancora le problematiche sul tema differenziazione.

Racconta la signora Ambrogina Zanzi che ha un alloggio vacanza ad Alassio poco sopra il centro cittadino, proprio in una delle zone a monte della ferrovia dove è partita la raccolta differenziata: “Sono arrivata ad Alassio da pochi giorni e mi sono ritrovata a dover affrontare una situazione di vera emergenza. Casa mia è in via I. Dell' Oro e sono assolutamente insoddisfatta del servizio rifiuti, specie ora che sono stati installati ben 5 contenitori con apertura a chiave davanti al mio condominio. Al di la' della discutibile scelta di costellare la zona di numerosi bidoni colorati che non giova certamente al DECORO della citta', rilevo che gli stessi non vengono svuotati adeguatamente. Succede anche che su detti bidoni stazionino ulteriori sacchi di spazzatura abbandonati che rimangono per giorni e giorni senza essere rimossi.”

“Inoltre – aggiunge – lo spazio lungo la ferrovia e' costellato da spazzatura di ogni tipo (via Ferreri e quello che dalla via privata Romana scende verso il passaggio a livello). Alassio nell'incuria piu' totale!”

La signora Zanzi non è certo la sola ad essersi lamentata di passaggi mancati, spazzatura abbandonata e della questione “bidoni colorati”

Replica l'Assessore all'Ambiente Angelo Vinai: “I dati parlano chiaro, negli ultimi mesi abbiamo diminuito la quantità di rifiuti portata alla discarica del Boscaccio, quella indifferenziata, insomma. Questo vuole dire che la differenziata sta funzionando e che i cittadini stanno iniziando a farla.”

“Non nego – spiega – che ci siano ancora alcune difficoltà. All'inizio capitava che alcuni passaggi saltassero, ma adesso abbiamo calibrato meglio il sistema anche se nuovi accorgimenti, sia nei passaggi che per il calendario degli stessi, li adotteremo a partire dal mese di ottobre quando cambieremo anche i bidoni al di sotto della ferrovia”.

Non tutti i disagi, però, sembrano causati dall'amministrazione, infatti, in alcuni casi la responsabilità viene rimpallata agli utenti “Molti cittadini – spiega Vinai – conferiscono i rifiuti in giorni o orari sbagliati, rifiuti che, dunque, rimangono nei bidoni fino al passaggio successivo generando disordine e sporcizia. Abbiamo fatto molti controlli, comminato anche sanzioni, ma purtroppo il problema ancora non è stato risolto del tutto”.

“Un altro problema è quello generato da coloro che proprio non vogliono fare la differenziata o da coloro che prendono i propri rifiuti abbandonandoli al fianco dei bidoni di alcuni condomini o al di sotto della ferrovia. Anche in questo senso stiamo cercando di potenziare i controlli attraverso l'importante intervento della Polizia Locale” spiega l'assessore.

Conclude Vinai “A quanti si lamentano della raccolta differenziata vorrei fare notare che nel 2017 era giusto iniziare con questo sistema il porta a porta è stato ritenuto quello più efficace ed i dati ci danno ragione. Inoltre non abbiamo aumentato la spazzatura e credo che nei prossimi mesi ed anche con l'arrivo dell'autunno quando le presenze sul territorio alassino caleranno riusciremo a portare a regime il sistema. A quanti pensano che avremmo dovuto aspettare la fine della stagione estiva per iniziare con la differenziata rispondo solo che abbiamo deciso di iniziare subito in questo progetto sul quale eravamo già indietro di anni rispetto ad altri paesi. Credo che tutto sommato la risposta ci sia stata da parte della popolazione e che sebbene migliorabile il servizio sta funzionando. Gli uffici rimangono sempre a disposizione degli utenti, sia quelli comunali che quelli di Alassio Ambiente, così come i vigili che come me che sono sempre raggiungibile o in comune o nella mia attività, il bar della stazione o attraverso i social network”.

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore