/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 29 agosto 2017, 15:30

Il Pd: "Toti al Meeting di Rimini per promuovere la propria immagine con i soldi altrui"

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita, Pippo Rossetti e Giovanni Lunardon disapprovano la partecipazione all'evento di Cl

Il Pd: "Toti al Meeting di Rimini per promuovere la propria immagine con i soldi altrui"

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita, Pippo Rossetti e Giovanni Lunardon criticano la partecipazione della Regione al Meeting di Rimini: "Per alimentare la propria consacrazione politica, Toti, apre il portafogli, ma lo fa utilizzando i soldi dei liguri. E così è stato anche per lo stand sull’oliva Taggiasca al Meeting di Cl di Rimini, costato 80 mila euro di soldi pubblici. Probabilmente senza quest’escamotage al governatore sarebbe toccato restare a casa. E adesso Toti dovrebbe spiegare ai cittadini cosa c’entri la promozione delle olive liguri con la kermesse di Comunione e Liberazione.

È chiaro che più che a promuovere quest’importante prodotto della nostra terra (alla cui diffusione teniamo moltissimo, tanto che preferiremmo fosse pubblicizzato in modo più efficace nelle molte fiere di settore e non all’appuntamento organizzato da Comunione e Liberazione che si occupa di tutt’altro) il governatore ha tentato di pubblicizzare se stesso. Come sempre, del resto.

Il fatto poi che Toti abbia utilizzato, per pagarsi la partecipazione al Meeting, i soldi di Liguria Digitale, trasformata dalla sua Giunta in un vero e proprio bancomat, è un fatto piuttosto grave, che siamo sicuri non passerà inosservato. Toti è ossessionato dalla promozione della sua immagine come leader nazionale del centrodestra e visto che presumiamo abbia esaurito i fondi regionali destinati alla comunicazione, ha deciso di superare quel tetto utilizzando proprio l’azienda informatica della Regione, che sta facendo di tutto tranne che portare a termine la propria mission. Da settimane, dopo l’affaire red carpet (ma non solo quello), attendiamo delle risposte dalla Giunta sull’operato di Liguria Digitale. Per ora Toti e la sua maggioranza si sono trincerati dietro un silenzio assordante".

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore