/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 12 settembre 2017, 13:24

Quale futuro per l'Unione dei Comuni di Finale Ligure e Orco Feglino? (VIDEO)

Una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione attuale

Nella tarda mattinata di oggi il sindaco di Finale Ligure, Ugo Frascherelli, ha indetto con una certa urgenza una conferenza stampa per fare il punto su quali saranno i progetti legati all'Unione dei Comuni del Finalese per il 2018 ormai alle porte.

Commenta il sindaco di Finale Ligure Ugo Fascherelli: "Il progetto dell'Unione permane, ovvero, siamo convinti che non vi siano grosse alternative per garantire a chi vive nell'entroterra, un livello di servizi identico a chi vive sulla costa. Il nostro cronoprogramma prevedeva di trasferire tutte le funzioni all'Unione dei Comuni il 1° gennaio 2018, tale progetto però, poneva due problemi". 

 

"Uno politico - spiega - perché avrebbe svuotato di funzioni e competenze i consigli comunali eletti dai cittadini e riempito quello dell'Unione. Questa criticità sarebbe stata facilmente risolvibile cambiando il numero dei componenti. Però, questo percorso non ci avrebbe consentito di approvare il bilancio di previsione entro la fine dell'anno. Di fatto, l'Unione che vive dei trasferimenti da parte dei Comuni, sarebbe rimasta imbalsamata; per trasferire tutte le funzioni è necessaria una trattativa sindacale con le varie categorie. Questo procedimento non può essere attuato in tre mesi".  

"Inoltre, riteniamo importante che questo progetto venga discusso alle prossime elezioni comunali, in programma nel 2019 - conclude il primo cittadino - in modo tale che i cittadini siano informati".

Aggiunge Roberto Barelli, sindaco di Orco Feglino: "Avevo annunciato fin da subito che sarebbe stato un progetto non facile da realizzare, ma che si tratta di qualcosa di molto importante. I problemi si sono manifestati in misura superiore al previsto, ma il progetto rimane condiviso nella sua forma iniziale. Le risposte da dare sono maggiori servizi all'entroterra e una gestione del territorio condivisa. Non nascondo la mia tristezza in questa fase di difficoltà, ma ho piena fiducia nell'appoggio dell'amministrazione di Finale Ligure".

Ricordiamo che l'Unione dei Comuni è un primo passo verso il coinvolgimento di altre realtà del territorio, come Calice e Rialto. Da questo punto di vista entrambi i sindaci convergono: "Se restasse limitata a Finale e Orco Feglino la nostra sarebbe un'unione monca. E non riteniamo che questa fase di difficoltà possa pregiudicare il dialogo con altre realtà".

Infine, per quanto riguarda un tema molto caro ai liguri, la cosiddetta "Identità di campanile", Roberto Barelli commenta: "Penso che un giorno si potrebbe benissimo far confluire tutti i comuni in una città unica, senza per questo compromettere in alcun modo la storia, l'identità, le tradizioni, le peculiarità di ognuno. Una fusione è sempre arricchimento per tutti".

E Ugo Frascherelli aggiunge: "Non ci interessa fare un altro Marchesato del Carretto. Noi non proponiamo un'annessione dei piccoli ai grandi, ma una collaborazione produttiva per chiunque".

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore