/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

| mercoledì 13 settembre 2017, 19:31

Cairo, la minoranza presenta interrogazione sul capannone "Movinter"

Il documento è stato firmato dai consiglieri Matteo Pennino, Alberto Poggio e Giorgia Ferrari

Costruzione del capannone "Movinter" all'interno di Cairo Reindustria: il gruppo "Matteo Pennino per Cairo" composto dai consiglieri Matteo Pennino, Alberto Poggio e Giorgia Ferrari, presenta un'interrogazione al sindaco Paolo Lambertini. 

Si legge nel documento:

PREMESSO CHE In data 05.07.2017 è stato rilasciato dallo Sportello Unico dell'Edilizia del nostro Comune il Permesso di Costruire n.12-P/2017 - Accertamento di conformità ai sensi dell'art. 49 della LR 6 giugno 2008 n.16 e successive modifiche, per l'avvenuta esecuzione di interventi edilizi definiti "in parziale difformità" dal permesso di costruire n.31-P/2010 (pratica edilzia n.12/637) - Prot. N.21317 del 04.06.2010 e con permesso di costruire scaduto di validità all'interno dell'area 132 del Parco Industriale di Cairo Reindustria.

Tale istanza è stata protocollata presso gli Uffici del Comune di Cairo in data 7/6/2017 dalla proprietaria dell'area, la Movinter S.r.l. - avente sede in Genova - Via Maccaggi n.23/3 nella persona del Presidente del c.d.a. Stanislao Sambin
La pratica volta all'accertamento di conformità è stata resa necessaria in seguito agli accertamenti eseguiti in data 28.03.2017 dal Comando Polizia Municipale di Cairo Montenotte che hanno portato al sequestro giudiziario del manufatto in quanto costruito in assenza di titolo edilizio in corso di validità e scaduto in data 30.09.2016

Una istanza edilizia era stata presentata dalla Movinter S.r.l. in data 29.05.2009 nei termini utili al fine di usufruire dei benefici convenzionali, con esonero dal pagamento degli oneri di costruzione, di cui alla Convenzione sottoscritta tra il Comune di Cairo e Cairo Reindustria S.c.r.l. in data 26.07.1996 

La validità della procedura edilizia era stata prorogata per un biennio usufruendo dei benefici di cui al DL 69/2013 mentre un ultima proroga di perentori 4 mesi è stata rilasciata ai sensi dell'articolo 34 della LR 6/6/2008 n.16 fissando il perentorio termine finale alla data del 30.09.2016

La realizzazione della volumetria

VALUTATO CHE: la S.r.l. MOVINTER deve ritenersi a tutti gli effetti decaduta dal beneficio di cui alla Convenzione sottoscritta in data 26.07.19% tra il Comune di Cairo e la S.c.r.l. Cairo Reindustria in quanto ha realizzato la volumetria del capannone in data successiva al 30.09.2016 così come accertato dal Comando Polizia Municipale di Cairo Montenotte

l'interpretazione del dettato normativo di cui all'art49 della LR 16/2008 comma 3 così come accolta dallo Sportello Unico Edilizia del Comune di Cairo è quanto meno opinabile in quanto attribuisce al proponente la facoltà di applicazione dell'oblazione di cui all'art. 43 comma 5 stessa legge (per la porzione più consistente dell'intervento) in luogo dì quelli determinati dal doppio del contributo di costruzione applicato all'intero manufatto abusivo

lo speciale regime di esonero da contributo di costruzione stabilito nella sopramenzionata convenzione è comunque in oggi non più invocabile per decorrenza del termine in precedenze indicato

l'esonero convenzionale richiamato dal provvedimento di cui trattasi non ricade, peraltro, tra le ipotesi esimenti di cui all'art. 39 legge 16/2008 a cui fa logicamente riferimento l'art. 49 comma 3 della stessa legge

appare peraltro logico che i dettati di una convenzione urbanistica non più applicabile per decorso dei termini pattuiti tra la PA e il soggetto privato non possano prevalere Spetto ai dettati di legge in materia di abusivismo edilizio 

l'applicazione della norma così come operata porterebbe alla non credibile conseguenza che il proprietario di un immobile limitrofo a quello della S.r.l. MOVINTER che avesse voluto costruire analogo capannone sul proprio terreno con istanza protocollata in data 01.10.2016 e ligio alla legge pagherebbe oneri edilizi ben più gravosi di quanto applicato a titolo sanzionatorio alla MOVINTER stessa
che ciò potenzialmente rileva anche ai fini di logici dettami costituzionali di equità, trasparenza e imparzialità

VISTO CHE: pur comprendendo i dubbi interpretativi in cui possono essere incorsi i funzionari parrebbe utile e necessario a fronte di tale decisione e a una cospicua differenza nella valutazione economica degli oneri edilizi applicati nella sanatoria procedere ad un annullamento in auto tutela del "permesso di costruzione n.12-P/2017 (pratica edilizia n.8/723) di cui trattasi  parrebbe inoltre utile e necessario, così come già fatto in passato dalla precedente Amministrazione relativamente a differente intervento edilizio del comparto, chiedere idoneo parere all'Ufficio Affari Giuridici del Territorio della Regione Liguria ai fini di ottenere delucidazioni in merito all'applicazione dell'art.49 LR 16/2008 con evidenza al caso di specie 

Tutto ciò premesso e ritenuto

INTERROGA IL SINDACO, PER SAPERE

se codesta Amministrazione, per mezzo del suo dirigente responsabile, alla luce delle considerazioni sopra esposte, intenda procedere all'annullamento in auto-tutela del permesso in sanatoria Prot. A.T. n.12-P/2017 - Prot. Gen. N.13335/2017

se codesta Amministrazione, alla luce delle considerazioni sopra esposte, intenda procedere a richiedere alla Regione Liguria - Ufficio Affari Giuridici del Territorio, delucidazioni e interpretazione autentica dell'applicalione dei benefici di cui all'art.49 LR 16/2008 al caso di specie. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore