/ Sanità

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | mercoledì 13 settembre 2017, 11:37

Mamme e papà in panico: domani inizia la scuola, ma i vaccini?

Ecco la situazione in Provincia di Savona. Molti i genitori che hanno manifestato difficoltà nel mettersi in regola con la documentazione. Lunghe code, telefonate, certificazion. Molti bimbi della scuola di prima infanzia rischiano di non poter vivere il loro primo giorno di asilo

Mamme e papà in panico, domani inizia la scuola, ma il problema vaccini sta mandando in tilt le famiglie che, nella migliore delle ipotesi si trovano a dover affrontare lunghe code davanti alle segreterie delle scuole, nella peggiore, invece, vedranno i loro bimbi non poter accede alle classi della scuola di prima infanzia perché non vaccinati o anche solo per disguidi burocratici tra asl, famiglie e istituti scolastici.

Alcuni genitori, ad esempio, hanno riferito di non aver ricevuto le lettere dell’Asl che funge da certificato valido per l’iscrizione, altri, magari a causa di un cambio di residenza hanno ricevuto solo oggi la lettera di mancata vaccinazione pur avendo provveduto a completare l’iter delle vaccinazioni obbligatorie.

In provincia di Savona la situazione varia da scuola a scuola e se nell’albenganese pare che molti siano i genitori che ancora non hanno presentato tutta la documentazione, a Savona molti istituti dichiarano di essere a buon punto mentre in Val Bormida si registra ancora qualche carenza.

Proprio per questa situazione la maggior parte delle scuole pare aver adottato la via morbida accettando certificazioni e documentazione attestante l’avvenuta vaccinazione fino a domani (il primo giorno di scuola).

La Regione e l’Asl, invece hanno dichiarato che non si sono registrati, in realtà, problemi con la consegna delle lettere, salvo, forse, qualche caso sporadico, ma per risolvere anche questi casi particolari i genitori potranno ricevere copia della lettera attestante lo status vaccinale dei figli rivolgendosi ai servizi vaccinali o ai direttori di distretto. L’invio avverrà via mail o attraverso la stampa e la consegna a mano dello stesso.

Per quel che riguarda gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori avranno tempo fino al 31 ottobre per la consegna delle certificazioni.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore