/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 14 settembre 2017, 17:18

I genitori delle scuole elementari Paccini di Albenga si uniscono per comprare una nuova fotocopiatrice per la scuola

“Siamo felici di essere riusciti a comprare la fotocopiatrice per i nostri bambini e a lungo termine speriamo di avere la possibilità di raccogliere fondi da investire per rifare, magari, i bagni delle scuole”.

I genitori delle scuole elementari Paccini di Albenga si uniscono per comprare una nuova fotocopiatrice per la scuola

I genitori delle scuole elementari Paccini di Albenga si uniscono e, grazie alle manifestazioni e gli eventi organizzati durante l'anno sono riusciti a regalare all'Istituto frequentato dai loro figli una Fotocopiatrice, indispensabile per le attività scolastiche dei bambini.

Dalla vendita di dolci, a piccoli spettacoli tutti volti alla raccolta di fondi necessari per migliorare l'offerta scolastica dei bambini delle Paccini.

“Vorremmo ringraziare tutti i genitori che ci hanno supportato, gli insegnanti e gli sponsor che ci hanno aiutato durante l'anno. Tanti i progetti che abbiamo portato a termine, tra questi vorremmo ricordare che siamo riusciti ad affittare un palco e tutto il necessario per permettere ai nostri bambini di fare la recita di fine anno nel cortile della loro scuola.” afferma Davide Riggi rappresentante dell'Associazione Comitato Genitori Scuole Elementari Paccini.

Continua “Siamo felici di essere riusciti a comprare la fotocopiatrice per i nostri bambini e stiamo già guardando al futuro e a progetti a lungo termine, magari tra questi potremmo proporre il rifacimento dei bagni delle scuole”.

Le attività del Comitato genitori guardano, inoltre alla solidarietà anche al di fuori della scuola, importante, ad esempio, il contributo che sono riusciti a raccogliere ed inviare ad Amatrice dopo il terribile terremoto che ha devastato il centro Italia.

Conclude Davide Riggi: "Siamo felice di aver raccolto dei fondi da inviare a Santa Giusta, frazione di Amatrice. Un gesto che abbiamo sentito di voler fare per dimostrare la nostra vicinanza a quel territorio devastato"

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore