/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | giovedì 14 settembre 2017, 08:17

Cairo, conferenza sulle "Ordalie" studiate da Federico Patetta e presentazione della mostra

Domani alle ore 20.45 nella Sala De Mari di Palazzo di Città

Cairo, conferenza sulle "Ordalie" studiate da Federico Patetta e presentazione della mostra

 

Venerdì 15 settembre alle ore 20.45 nella Sala De Mari di Palazzo di Città a Cairo M. secondo appuntamento del programma per il 150° anniversario della nascita del prof. Patetta (1867-1945).

Si tratta di una conferenza durante la quale verrà illustrata una delle opere più note dello studioso cairese, il suo trattato sulle Ordalie, pubblicato quando aveva solo 23 anni.

Ingegno multiforme e precoce, infatti Patetta si era laureato in Legge a soli vent’anni. Divenuto ben presto un apprezzato specialista di diritto medievale, ha pubblicato un colossale studio di 500 pagine sul tema delle ordalie, ovvero i giudizi di Dio. Si tratta di pratiche giuridiche - diffusissime un tempo - che precedono e attraversano il diritto, a partire dell’antichità di quasi tutte le civiltà e che sono rimaste in uso fino al tardo Medioevo, e tracce sono rinvenibili anche in tempi relativamente recenti.

In questa sorta d’enciclopedia, in cui Patetta ha raccolto e illustrato tutte le forme possibili di pratiche ordaliche nel mondo, ponendo un autorevole sigillo all’argomento. E ha documentato ogni affermazione con infinità di fonti e caterve di citazioni bibliografiche, pazientemente raccolte - teniamo presente - in un tempo in cui non era ancora disponibile Internet e le comunicazioni non erano così facili.

Dopo l’esposizione sulle Ordalie, verrà illustrata la mostra di rarissimi “Testi e cimeli della collezione Patetta”, allestita nelle Salette di Via Buffa, che darà poi visitabile da sabato 16 (ore 17) fino al 30 settembre.

Le celebrazioni cairesi per F. Patetta sono state promosse dalla Fondazione Bormioli, con la collaborazione del Comune di Cairo M. nonché della Fondazione De Mari, e si svolgono con il patrocinio di Regione Liguria, Regione Piemonte, Provincia di Savona, Università di Genova, Macerata, Pisa, Roma e Torino nonché di

Biblioteca Apostolica Vaticana,Ordine delle Scuole Pie, Provincia italiana dei Padri Scolopi, Ordine degli Avvocati di Savona, Camera Penale di Savona e Deputazione di Storia Patria per l’Umbria.

Per tutto il mese di settembre nelle vetrine dei negozi del centro storico cairese è fruibile un percorso turistico-didattico illustrato che presenta aspetti della vita, della personalità e delle opere dell’illustre studioso cairese.

Per capire la levatura del prof. Patetta, teniamo presente che

la Biblioteca Apostolica Vaticana conserva nel “Fondo Patetta” oltre trenta quintali di antichi, rari e preziosi documenti storici avuti in eredità da Federico Patetta. Si tratta di codici, manoscritti, pergamene, autografi e documenti vari antichi di secoli (da atti del XII secolo a lettere del Petrarca, del Boccaccio, testi di diritto, storia, di letteratura, corrispondenza di Carlo Alberto, antichi manoscritti cairesi e così via.)

l’Università di Torino ha raccolto nella “Biblioteca Patetta” i libri della sua collezione - oltre 55 mila pubblicazioni - non solo di carattere giuridico, ma di impostazione umanistica.

F. Patetta fu uno dei tre italiani che nel 1919 a Parigi fondarono l’Unione Accademica Universale. Egli fu insignito del titolo di Accademico dei Lincei e di Accademico d’Italia, prestigiosi organismi di cui fecero parte da Galilei ad Einstein, ed egli fra i cui colleghi annoverava personalità come Guglielmo Marconi, G. D’Annunzio, Carlo Carrà, Giorgio De Chirico, Enrico Fermi, F.T. Marinetti, Pietro Mascagni, don Lorenzo Perosi, Luigi Pirandello, Giuseppe Ungaretti, per citarne alcuni.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore