/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 20 settembre 2017, 14:08

La Provincia di Savona cede al Comune di Carcare la competenza di via Barrili e via del Collegio

La sprovincializzazione comporterà per il Comune l’onere della manutenzione e dello sgombero della neve, ma darà l’opportunità di programmare per il futuro la completa realizzazione dei marciapiedi mancanti

"Da martedì 19 Settembre 2017, due arterie stradali, via del Collegio, dalla rotonda del castello di Quassolo al collegio Calasanziano e via Barrili, dal collegio sino all’incrocio per Pallare e Plodio, attraversanti entrambe il centro abitato di Carcare saranno declassate da strade provinciali a strade comunali. Un passaggio di natura assolutamente formale sulla carta, ma se letto in termini di urbanistica comunale qualche piccolo cambiamento potrebbe determinarlo" commenta il vice sindaco di Carcare Christian De Vecchi. 

"Per meglio comprendere il trasferimento di competenze, bisogna tornare indietro di tre anni, quando su quelle due strade hanno contemporaneamente inciso tre progetti di riqualificazione del centro urbano, con la finalità di migliorare la qualità e la sicurezza della vita cittadina programmati dalla giunta Bologna: il completamento dello stabilimento della Noberasco e il conseguente spostamento del traffico pesante lungo la variante del Mulino; la realizzazione della Rete Ciclabile Liguria lungo via del Collegio e via XXV Aprile; l’inserimento degli attraversamenti pedonali rialzati e la parziale realizzazione di marciapiedi per via Barrili" conclude il vice sindaco. 

L’assessore ai lavori pubblici del comune di Carcare aggiunge: "La sprovincializzazione, iter iniziato 3 anni fa, comporterà per il Comune di Carcare l’onere della manutenzione e dello sgombero della neve, ma darà l’opportunità di programmare per il futuro la completa realizzazione dei marciapiedi mancanti nei punti maggiormente critici senza agire per espropri, la carreggiata stradale godrà, in termini di misure, di vincoli meno restrittivi, garantendo ai civici che si affacciano sulle strade accessi più sicuri per auto e pedoni. Non dimentichiamoci che sino a 5 anni fa transitavano per quelle due vie ben 500 mezzi pesanti al giorno, con i disagi che si possono immaginare, oggi con gli interventi realizzati la qualità della vita è sensibilmente migliorata, per il futuro restano le premesse per il perfezionamento". 

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore