/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | 10 ottobre 2017, 18:56

Boom di matrimoni alla "Casa del Console" di Calice Ligure

E nasce addirittura un evento all'interno della struttura, tutto dedicato a questo tema

Boom di matrimoni alla "Casa del Console" di Calice Ligure

Il grande percorso di rinascita della “Casa del Console” di Calice Ligure, iniziato a dicembre del 2016 con una straordinaria mostra d’arte contemporanea che omaggiava tutti i grandi nomi del “Periodo Calicese”, e portato avanti in estate con concerti, presentazioni di libri e altri eventi di spessore culturale, procede, facendo dello storico palazzo un vero e proprio punto di riferimento della vita, non solo culturale, ma anche sociale, del paese alle spalle di Finale.

Da quando l’amministrazione comunale ha annunciato la propria volontà di riaprire la Casa del Console anche per i matrimoni, ne sono già stati celebrati diversi: uno a giugno, uno a settembre e un paio in estate.

Sulla scia di questo successo è nata spontaneamente l’idea di una giornata da dedicare agli sposi, per domenica 15 ottobre. L’evento si intitola “Wedding in Love” è organizzato dalla locale associazione “Città della Musica”, insieme a un team di commercianti di Calice e con la collaborazione di diversi sponsor locali, ed è patrocinato dal Comune.

Tra i vari stand allestiti proprio nella Casa del Console e visitabili con ingresso gratuito dalle 10 alle 18, sarà presente un fornitore per ogni aspetto tra quelli fondamentali che caratterizzato “Il giorno più bello della vita”: i fotografi, la torta, il pranzo, i gioielli, gli abiti, “trucco & parrucco”, le bomboniere, i fiori e le piante aromatiche, il viaggio di nozze. E nel depliant della rassegna è presente un elenco dettagliato dei partecipanti, ciascuno dei quali offre per questo evento una promozione speciale, con sconti, omaggi e molto altro.

Il sindaco di Calice Ligure, Alessandro Comi, con il patrocinio assegnato a questa manifestazione vuole sottolineare il forte rapporto di stima e fiducia della sua amministrazione nei confronti di questi giovani commercianti e imprenditori calicesi e del comprensorio, che stanno dando un tangibile contributo affinché la Casa del Console diventi parte di un progetto più vasto e articolato di “museo diffuso”.

Nico Scarabicchi, direttore e curatore del Museo Casa del Console, commenta: “Il museo d’arte contemporanea Casa del Console, oltre alla valorizzazione delle proprie raccolte e l’ampliamento delle proprie iniziative a favore dell’Arte e degli artisti, si propone di diventare un motore culturale e di sviluppo del territorio. Attraverso lo strumento del museo diffuso si propone di collaborare con le attività produttive locali per conquistare il cuore dei residenti e dei visitatori e diventare un museo vivo che favorisca attività di studio, ricerca, arte praticata e non solo mostrata e possa essere considerato una ‘casa’ della cultura e dell’innovazione”.

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium