/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 12 ottobre 2017, 13:30

Decennale della Fondazione Cima, l’assessore Giampedrone: “La garanzia della sicurezza delle vite umane è un dogma fondamentale”

Presenti al workshop al Campus di Savona il capo del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile Angelo Borrelli, il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio e il Rettore Paolo Comanducci

Il Campus Universitario di Savona ha ospitato da martedì 10 ottobre la tre giorni dedicata al decennale di Fondazione CIMA, in questi workshop sono stati toccati  diversi temi come l’adattamento al cambiamento climatico, le azioni concrete che possono essere messe in atto per la prevenzione e mitigazione del rischio e in conclusione quest’oggi, grazie anche alla partecipazione di Angelo Borrelli, Capo Dipartimento della Protezione Civile e Giacomo Giampedrone, Assessore all’Ambiente e tutela del territorio, sono stati messi a confronto le catastrofi naturali con fenomeni quali terrorismo, migrazioni e cambiamenti climatici.

L’incontro dal titolo “Scienza, consapevolezza e comportamenti nella società del rischio” ha visto intervenire il Prefetto di Savona Giorgio Manari, il sindaco Ilaria Caprioglio, la Consigliere Provinciale Luana Isella, il Rettore dell’Universitá di Genova Paolo Comanducci che ha sottolineato la partenza a Savona del nuovo corso di laurea di Protezione Civile in lingua inglese e naturalmente il Presidente di Fondazione CIMA Luca Ferraris.

"Auguri di buon compleanno per il decennale di CIMA. Vorrei ringraziare a nome dell'Amministrazione Comunale e come Sindaco", ha affermato il Sindaco Caprioglio. "I Sindaci italiani sentono sulle loro spalle un forte peso per la responsabilità ogni qual volta l'Assessore Regionale di riferimento comunica un'allerta di colore rosso o arancione. La messa in sicurezza dei territori rappresenta un'esigenza improcrastinabile e la cultura che noi come amministratori dobbiamo diffondere attraverso i cittadini è fondamentale", ha aggiunto.

"Partecipando al progetto InterReg "Adapt", il Comune di Savona realizzerà un intervento di permeabilizzazione della pavimentazione drenante su un bacino idraulico urbano che raccoglie le acque bianche della parte litoranea della Città di Savona, presso i camminamenti dei giardini del prolungamento a mare, così da diminuire il rischio da alluvioni urbane dell'intera area. Nella nostra Città siamo riusciti ad attivarci per mettere in sicurezza un bacino idrico importante vicino al litorale. Grazie a CIMA e a tutti i partecipanti perché eventi come questo ci fanno sentire il vostro sostegno e ci fanno comprendere che noi Sindaci non siamo lasciati soli. Stiamo cercando di mettere come prima esigenza la messa in sicurezza dei nostri territori e ci stiamo prodigando per quanto riguarda il funzionamento dell'intera macchina amministrativa nel momento in cui l'emergenza verifica. Buon lavoro e buon compleanno a CIMA", ha concluso il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio.

L’evento si è proposto di dare un contributo al miglioramento del sistema di Protezione Civile in generale e ai suoi attori in particolare e, al contempo, sviluppare ulteriori conoscenze da mettere al servizio delle politiche per la riduzione dei rischi. Durante il pomeriggio, tra Ricercatori di Fondazione CIMA ed i suoi “amici”, si discuterà delle prossime sfide sul sistema di allertamento e la pianificazione di emergenza, la ricerca applicata sul rischio idrometeorologico, il Disaster Risk Reduction e l’Osservazione della Terra.

“Si può fare molto, soprattutto con le collaborazioni con la Fondazione CIMA - dice l’assessore della Regione Liguria Giacomo Raul Giampedrone - credo che il confronto tra politica, scienza e tecnica sia fondamentale per la sicurezza dei cittadini, portare a compimento quei piani di Protezione Civile, quei comportamenti anche del cittadino che vanno assolutamente tenuti in grande considerazione in caso di emergenza e come farli applicare è un tema su cui si discute molto e soprattutto anche su fare a rendere più capillare le informazioni nei momenti critici”.

“Siamo spesso sottoposti a temporali che hanno una brevissima durata ma una fortissima intensità e possono provocare disastri - prosegue Giampedrone - credo che da questo punto di vista il sistema dell’allertamento abbia fatto passi avanti notevoli, abbiamo una nuova app “Live Storm” scaricabile da tutti i cittadini e può consentire su tutto il territorio della Liguria di capire cosa sta accadendo in tempo reale. La garanzia della sicurezza delle vite umane è per noi il dogma fondamentale della nostra attività”.

“Nel presente, ma soprattutto nell’immediato futuro riteniamo che il concetto di rischio debba essere ampliato e non più considerato solamente in un contesto relativo alla sua sola riduzione. - termina Luca Ferraris - Esso, infatti, rappresenta uno degli assi attorno al quale ruotano importanti modifiche della società attuale e costituisce una variabile sempre più fondamentale nel determinare lo sviluppo sostenibile della nostra civiltà. Queste tre giornate hanno lo scopo di farci riflettere su come, per affrontare correttamente il rischio, occorra armonizzare la scienza e le sue incertezze con il diritto, la politica e le comunità in una visione olistica di risoluzione ai problemi complessi. Fondazione CIMA è pronta a schierarsi in prima linea per affrontare questa sfida".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore