/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 12 ottobre 2017, 08:23

Fausto Leali festeggerà ad Albenga i 30 anni di "Io amo"

Domenica alle ore 17 sul palco del Teatro Ambra in occasione della rassegna "Ottobre De Andrè"; condurrà Elena Ballerini

La sera prima sarà all’Arena di Verona per partecipare alla festa per i 40 anni di Ti amo di Umberto Tozzi insieme a tanti altri grandi artisti e il giorno dopo correrà ad Albenga per un altro importante compleanno. Infatti in occasione del Gran concerto per don Gallo (secondo appuntamento di Ottobre De Andrè) domenica alle 17 sul palco dell’ Ambra Fausto Leali spegnerà le trenta candeline sulla torta della sua “Io amo”.

Saranno con lui a fare festa gli autori Franco Fasano e Italo Ianne e le centinaia di spettatori di un teatro da tempo sold out.

Il pomeriggio, a sostegno della Comunità di San Benedetto al porto di don Gallo, sarà condotto da Elena Ballerini (Rai 2): “Amo la Liguria e sono legatissima alla riviera di Ponente. L’esperienza con Mezzogiorno in famiglia ad Albenga è stata piacevolissima, ma breve. Perciò sono davvero felice di questo ritorno nella città delle torri e della fionda per fare parte della squadra di Ottobre De Andrè e dare il mio contributo per una buona causa”.

Insieme a Leali e alla Ballerini saranno sul palco con la loro musica e le loro canzoni Aleandro Baldi (che per Leali scrisse Perché), Hugolini, Le quattro chitarre di Genova.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore