/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 12 ottobre 2017, 14:08

Protezione civile, capo dipartimento Borrelli: "Sistema ligure all’avanguardia nazionale”

L'assessore Giampedrone: “Il 20 novembre pronti a dare il benvenuto a Borrelli nel nostro dipartimento regionale”

 

“Il sistema di Protezione civile della Liguria è uno dei sistemi all’avanguardia a livello nazionale, ha fatto tesoro delle esperienze del passato e può essere citato ad esempio per la capacità di previsione e intervento negli eventi emergenziali”. Lo ha detto quest’oggi il Capo del Dipartimento Nazionale, Angelo Borrelli intervenendo al workshop a Savona per i dieci anni della Fondazione CIMA. Insieme a Borrelli anche l’assessore alla Protezione Civile di Regione Liguria, Giacomo Giampedrone e il Presidente di Fondazione Cima, Luca Ferraris.

“Siamo riusciti a far tesoro delle esperienze del passato – ha continuato l’assessore Giampedrone – anche grazie alle collaborazioni, ad esempio con Fondazione Cima e all’attivazione di un confronto costante tra politica, scienza e tecnica, fondamentale per i cittadini. Portare a compimento i piani di Protezione civile e fare in modo che i cittadini si autotutelino, attraverso comportamenti corretti, facendoli applicare e rendendo più capillare le informazioni nei momenti critici. Comunque ringraziamo il nuovo Capo Dipartimento della Protezione Civile e siamo pronti ad accoglierlo il 20 novembre nella nostra sede ligure, insieme al Presidente Toti, per dargli ufficialmente il benvenuto”. 

E sul fronte della mitigazione del rischio ha parlato il Presidente di Fondazione Cima, Luca Ferraris citando “nuovi piani di emergenza partecipati, in grado di far compiere al sistema un ulteriore passo avanti”. Questi piani – ha continuato Ferraris – non vogliono essere solo strumenti tecnici, ma patti tra cittadini per non rischiare e, per questo, noi dobbiamo allargare il nostro sguardo per connettere più discipline e raggiungere, così, il maggior numero possibile di persone, salvaguardando al meglio le nostre comunità”.

E a proposito dei comportamenti virtuosi il capo della Protezione civile, Borrelli ha ricordato la campagna nazionale “Io non rischio” prevista sabato prossimo per diffondere la cultura della prevenzione. Una campagna che in Liguria si tradurrà in centinaia di volontari e iniziative nelle piazze di Genova, Savona e La Spezia per informare sui comportamenti più idonei da adottare in caso di emergenza e sensibilizzare i cittadini.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore