Eventi
sabato 14 ottobre 2017, 13:21

Savona, Giornata FAI d'Autunno, gli studenti delle scuole alla scoperta del Santuario

Durante la mattinata è stata presentato il progetto WSavonaInArte realizzato dagli studenti del Chiabrera per raccontare le bellezze artistiche savonesi

Savona, Giornata FAI d'Autunno, gli studenti delle scuole alla scoperta del Santuario

Domani, domenica 15 ottobre il Santuario della Misericordia sarà protagonista della "Giornata FAI d'Autunno" a cura della delegazione FAI di Savona con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Savona e del Santuario di Nostra Signora di Misericordia.

Questa mattina nella Sala rossa del Comune di Savona sono stati presentati i dettagli dell'iniziativa alla presenza del Vescovo della Diocesi di Savona-Noli Monsignor Calogero Marino, Barbara Marozzi, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Savona, Giovanni De Filippi, Presidente delle Opere Sociali N.S. Misericordia di Savona, seguiti dalla presentazione a cura di Michele Buzzi, capo delegazione FAI di Savona, e Virginia Maddalena Satragno, Referente del Gruppo FAI giovani Savona.

La Delegazione FAI Savona e FAI Giovani - Savona ha scelto di accompagnare il pubblico in un itinerario alla scoperta dei tesori e dei segreti del Santuario di Savona "La Madonna di Savona: cinque secoli di fede, storia ed arte".

"La preparazione della giornata di autunno è stata molto impegnativa, ma è stata l'occasione per collaborare e creare sinergia con le altre associazioni del territorio, nell'intento comune di valorizzare questo bellissimo borgo a pochi chilometri da Savona", aggiunge Virginia Maddalena Satragno, Referente del Gruppo FAI giovani Savona. "Vorrei anche ringraziare le Opere Sociali, il Comune di Savona e la Curia vescovile per la disponibilità e la collaborazione ricevuta. La giornata si aprirà alle 9 con la visita degli affreschi della prima cappelletta votiva, lungo la strada che porta al santuario e terminerà alle 18.30 con un bellissimo concerto all'interno della Basilica. Nel corso di questo giornata di raccolta fondi sarà inoltre possibile iscriversi al FAI".

"Ringraziamo il FAI Savona e il FAI Giovani per aver scelto di far conoscere da vicino e di far riscoprire una delle nostre eccellenze, nonché per l'impegno e le energie profuse per l'organizzazione di questa importante iniziativa, che coinvolgerà moltissime persone e tanti giovani e consentirà di far rivivere i tesori del patrimonio del nostro territorio", commenta Barbara Marozzi, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Savona.

"C'è stata una grande partecipazione dei giovani - prosegue Barbara Marozzi - che si sono potuti avvicinare all'arte, alla cultura e alla valorizzazione del nostro territorio. Mi auguro che i giovani possano portare avanti il nostro patrimonio artistico e possano contribuire a farlo conoscere anche a livello nazionale e internazionale".

Il Vescovo della Diocesi di Savona-Noli monsignor Calogero Marino si è soffermato sul concetto di arte come mezzo per far sì che non si dimentichi la religione, in questo caso parlando del Santuario di Savona: "La via della bellezza è la strada ci permette di incontrare il mistero. Questo avvicinamento non può essere strumentale: l’arte non è funzionale, l’arte è ‘inutile’ e ‘gratuita’ ed è espressione della ricerca che ciascuno ha nei confronti del mistero. Qualche volta esprime una fede certa, altre volta una fede dubbiosa, altre una fede in cammino, altre volte rabbia e disagio nei confronti di Dio. Riscoprire la bellezza è importante per i giovani ma più in generale per tutti. E’ bella l’iniziativa del Fai di riscoprire il Santuario della Misericordia come modalità concreta per incontrare il mistero e le profondità di sé e della propria ricerca”.

Nel corso della mattinata inoltre è stato presentato anche il video di WSavonaInArte realizzato dagli studenti del Liceo Chiabrera illustrato da Umberto Cascone, studente della 2A: "Il nostro progetto ha l’obiettivo di valorizzare le bellezze artistiche e culturali di Savona attraverso una serie di documentari che andremo a diffondere sui social e su YouTube. Questo ci permetterà di far conoscere le bellezze della nostra città anche una fascia di utenti più giovane e non soltanto coloro i quali cercano pubblicazioni specifiche. La nostra risorsa culturale più importante da valorizzare? Il Priamar, conosciuto da tutti ma non in modo così approfondito. Nel nostro video abbiamo scoperto e mostrato tantissime cose che tanti savonesi non conoscono”.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
SU