/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 19 ottobre 2017, 16:30

Savona, il punteruolo rosso colpisce le palme savonesi. l'assessore Santi: "55mila euro per curarle, faremo il possibile"

Abbattuta questa mattina la palma di largo Folconi, critica la situazione di tre piante in Piazza Saffi

Il punteruolo rosso sta colpendo a Savona, diverse le palme colpite da questo coleottero originario dell'Asia che sta infestando la città. Tre palme sono state colpite in piazza Saffi (al secolo proprio chiamata "piazza delle Palme" per la loro presenza al centro della rotonda), due al Prolungamento nei pressi della statua di Garibaldi, sette tra i giardini delle Fornaci e la passeggiata di Vittorio Veneto oltre a due alberi nei giardini di Zinola.

Il micidiale parassita si riproduce deponendo le uova nel tronco e le larve, dopo la schiusa, si dirigono a centinaia verso l'interno attaccando irreparabilmente la palma il problema si riconosce grazie della stessa, l'ingiallimento dei rami e la chioma assottigliata.

In mattinata i tecnici del Comune hanno effettuato un tour per valutare i danni e studiare come contenere l'epidemia. "Questa mattina è stata abbattuta su indicazioni proprio del Servizio Fitosanitario della Regione la prima palma che si trovava al centro della rotonda di largo Folconi - spiega l'assessore ai lavori pubblici e all'Ambiente Pietro Santi - con un investimento di 55.000 euro, prelievo del fondo di riserva, cercheremo di debellare il punteruolo rosso e cureremo le piante. Stiamo mettendo in moto gli sforzi possibili per salvare il patrimonio arboreo della città".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore