/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | sabato 21 ottobre 2017, 10:25

La rotonda di via Papa Giovanni diventa definitiva

Il vicesindaco Tomatis: "Si tratta di un intervento molto atteso considerato che i new jersey che delimitano l’area della rotatoria sono rimasti lì per 7 anni, offrendo ai passanti la vista di una rotonda incompiuta e provvisoria"; Ciangherotti: "Ci avevano sorpreso le repliche di Tomatis, felici per l'opera che verrà realizzata a seguito delle nostre sollecitazioni"

La rotonda di via Papa Giovanni diventa definitiva

Inizieranno lunedì 23 ottobre i lavori per la realizzazione della rotonda situata tra Via Papa Giovanni e via Veneto (vedi articolo sulla rotonda da anni provvisoria).

I lavori prenderanno il via con la posa della cartellonistica dell’impresa che martedì darà il via all’intervento vero e proprio, a dare l’annuncio il vice sindaco Riccardo Tomatis, assessore ai lavori pubblici: “Come dal crono programma già stabilito da tempo – spiega il vice sindaco - martedì partiranno i lavori di rifacimento della rotonda situata tra Via Papa Giovanni e via Veneto".

"Si tratta di un intervento molto atteso considerato che i new jersey che delimitano l’area della rotatoria sono rimasti lì per 7 anni, offrendo ai passanti la vista di una rotonda incompiuta e provvisoria. Lunedì 23 ottobre l’impresa poserà la cartellonistica e martedì 24 partiranno i lavori per la realizzazione dell’opera che viene eseguita a scomputo di oneri di urbanizzazione e che sarà consegnata alla città nei tempi previsti. Rispettando l’impegno assunto con l’amministrazione il privato darà quindi il via all’opera nei tempi concordati”, conclude Tomatis.

A commentare la notizia anche il consigliere di Forza Italia Eraldo Ciangherotti che aveva sollevato per primo la questione.

Oggi afferma: "Finalmente, dopo le nostre ripetute sollecitazioni e la minaccia di un'interrogazione consigliare, l'amico Carlo Basso, già tesoriere del Partito democratico ingauno e vicepresidente della Fondazione Oddi, ha deciso di realizzare la rotonda di Via Papa Giovanni all'angolo con piazza XX settembre, a scomputo degli oneri dovuti per il palazzo in costruzione al fondo di Via Papa Giovanni-Via Patrioti, di fronte all'Edigas. Bravo Carlo!"

"Ci aveva colpito, alcune settimane fa, la replica del vicesindaco Riccardo Tomatis che, al nostro appello di eseguire l'incompiuta caduta nel dimenticatoio dopo sette anni di sperimentazione (di cui 4 durante l'era Cangiano), rispose che ‘il privato è nei tempi stabiliti dalla convenzione per la realizzazione dell’opera’, senza pretendere, da Assessore ai lavori pubblici, che l'opera per ragioni di sicurezza avesse la priorità assoluta prevista per convenzione e venisse anticipata rispetto alla fine lavori del palazzo in costruzione. Nella convenzione con il privato rinegoziata a giugno 2017 con l'attuale giunta Cangiano, infatti, per qualunque necessità, e soprattutto per ragioni di sicurezza e impatto ambientale, sta scritto nero su bianco che ‘l’amministrazione comunale può chiedere (al costruttore Carlo Basso) la realizzazione dell’opera prima della scadenza dei termini della convenzione. Ecco perchè abbiamo insistito affinchè l'amministrazione sollecitasse Carlo Basso ad anticipare l'opera pubblica".

Conclude Ciangherotti: "Oggi apprendiamo che l'amministrazione Cangiano ha dato il via libera dei lavori da lunedì prossimo. Bene, seguiremo giornalmente la cantierizzazione di quest'opera che verrà realizzata grazie alle sollecitazioni "politiche" di Forza Italia Albenga, perchè la rotonda venga eseguita a regola d'arte, secondo il progetto dell'Ufficio comunale dei lavori pubblici". 

 

Il botta e risposta continua e il vicesindaco Riccardo Tomatis replica a Forza Italia : “Non è nostra intenzione andare oltre con la polemica e quello che ci interessa è che un intervento come la rotonda atteso da anni ora venga realizzato. C’è chi parla e c’è chi fa. Invece di scusarsi con i cittadini per aver lasciato una rotonda incompiuta per anni ora tentano di assumersi il merito di quello che altri fanno. Trovo ridicolo, infantile e da furbetto che Ciangherotti vada negli uffici comunali per informarsi e conoscere le opere pubbliche che stanno partendo in modo da sollecitarle, tentando poi di prendersene il merito. ”

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore