/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 09 novembre 2017, 13:14

Albenga, Federica Fioravanti: "I miei diritti di assistente sociale dipendente di cooperativa azzerati"

In vista dello sciopero generale e sociale del 10 novembre torna a parlare la dottoressa che non ha possibilità di partecipare a concorsi pubblici perchè dipendente di cooperative

Albenga, Federica Fioravanti: "I miei diritti di assistente sociale dipendente di cooperativa azzerati"

La Dott.ssa Federica Fioravanti assistente sociale presso il Comune di Albenga, assunta tramite cooperativa da ottobre 2016 torna a far sentire la sua voce e, in vista dello sciopero generale e sociale indetto per il prossimo 10 novembre  dalle associazioni sindacali CIB-Unicobas, COBAS, USB e OR.S.A., per tutte le categorie e comparti pubblici e privati, afferma: “Il 10 novembre parteciperò allo sciopero a Roma. Per quel che concerne i servizi sociali vi è una sempre più preponderante esternalizzazione, dovuta anche alla razionalizzazione delle spese pubbliche che massacra il sociale e la sanità.”

“Il personale delle Cooperative svolge il proprio lavoro con professionalità, impegno e dedizione, prendendo in carico ogni giorni decine di situazioni difficoltose, ma in un continuo. Noi assistenti sociali di cooperativa abbiamo le stesse competenze e responsabilità delle colleghe assunte a pieno titolo da comuni o ASL ma vi è una piena disparità salariale. “ continua Federica Fioravanti,

Tali argomenti sono stati anche oggetto di un incontro tenutosi ad Albenga presso il Palazzo Scotto Niccolari lo scorso ottobre con Francesco Raparelli rappresentante delle CLAP(Camere dei Lavoratori Autonomi e Precari) e Laura Amoretti Consigliera di Parità Regionale.

Racconta Federica: “Durante la discussione si è discusso anche del riconoscimento dei diritti dei lavoratori di cooperativa all’interno delle procedure concorsuali, il problema che era capitato di vivere a me in prima persona (vedi articolo) . Raparelli ci ha spiegato che ad oggi l’obiettivo è quello di ottenere un intervento diretto da parte del Ministero della Salute per vedersi riconosciuti per il proprio curriculum formativo e professionale un punteggio relativo agli anni di lavoro svolto”

Conclude Federica Fioravanti: “Anche Laura Amoretti, Consigliera di Parità ha spiegato che il principio su cui si basa il mercato del lavoro è il far valere le proprie competenze. E’ discriminazione collettiva il caso contrario perché si andrebbe a ledere le competenze del lavoratore e i diritti della persona. Inoltre l'esternalizzazione dei servizi non garantisce un risparmio per i contribuenti, ma penalizza i lavoratori; bisognerebbe quindi rimettere mano anche ai Contratti Collettivi. Concludendo quindi tutte noi assistenti sociali di cooperativa che lavorano per la pubblica amministrazione chiediamo il RICONOSCIMENTO DEI NOSTRI DIRITTI, in quanto ad oggi il precario li ha, ma il dipendente di cooperativa VIENE AZZERATO.”

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore