/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 14 novembre 2017, 17:30

Approvato Piano energetico ambientale regionale, Piana: "Provvedimento atteso da anni"

Intervento del capogruppo del Carroccio sul rispetto delle vigenti norme che riguardano le distanze dalle abitazioni e dai centri abitati degli impianti eolici

 

L’Assemblea Legislativa della Liguria oggi pomeriggio ha approvato, con 16 voti a favore e 14 astenuti, il Piano energetico ambientale regionale 2014-2020 presentato dall'assessore allo Sviluppo economico Edoardo Rixi. Inoltre, il Consiglio regionale ha approvato l’emendamento presentato dal capogruppo del Carroccio, Alessandro Piana, sul rispetto delle vigenti norme che riguardano le distanze dalle abitazioni e dai centri abitati degli impianti eolici.

“Il Piano energetico – spiega Piana – è un ottimo punto di partenza con grandi prospettive che terranno conto sia dello sviluppo economico del territorio, sia del rispetto per l’ambiente, osservando anche le disposizioni della UE. Oggi abbiamo votato uno dei provvedimenti più attesi da parte di imprese e pubbliche amministrazioni". 

"Un provvedimento richiesto da tempo (ben prima dell'avvento dell'Amministrazione Toti) da tutto il territorio, che non ha trovato un’immediata applicazione per l’alto numero di prescrizioni che impedivano al Piano energetico di essere operativo. In questi ultimi due anni, è stata quindi convocata una serie di tavoli autorevoli dove si sono incontrati ed auditi i soggetti giuridici coinvolti al fine di trovare una maggiore condivisione a livello regionale". 

"Il tutto è stato fatto per attuare quelle necessarie misure volte a migliorare la qualità progettuale ed a velocizzare le procedure di autorizzazione per rendere più efficace l’iter procedurale ed autorizzativo degli impianti" conclude Piana. 

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore