/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | mercoledì 15 novembre 2017, 16:50

Finale Ligure porta avanti la sua battaglia antifascista

Approvato in Consiglio Comunale un Ordine del Giorno presentato dall'ANPI contro le manifestazioni che presentino contenuti razzisti o in generale discriminatori

Finale Ligure porta avanti la sua battaglia antifascista

Dopo il Comune di Spotorno (leggi articolo QUI), anche il Comune di Finale Ligure ha deciso di abbracciare l'Ordine del Giorno suggerito dall'ANPI Provinciale che invita le amministrazioni comunali a non sostenere, non propagandare, non concedere il suolo pubblico ad alcun tipo di associazione o celebrazione che rievoca il fascismo o che presenta tra i propri contenuti una qualsiasi forma di discriminazione in fatto di razza, sesso, religione.

Al contrario, l'ANPI invita i Comuni a promulgare e diffondere qualsiasi iniziativa che tenga alti i valori dell'antifascismo, dell'antirazzismo e della Resistenza.

Nella sua relazione su questo tema, il sindaco Ugo Frascherelli ha colto l'occasione, in Consiglio Comunale, di promuovere la manifestazione che si terrà questa sera alle 20.50 proprio nella sala consiliare di via Tommaso Pertica, promossa da Radio ANPI e intitolata "L'ANPI non si tocca".

La diretta radiofonica è stata organizzata in risposta ai recenti episodi savonesi, dove Forza Nuova ha affisso nella notte degli striscioni con contenuti razzisti e discriminatori di fronte alla Moschea e alla locale sede ANPI.

All'evento di questa sera parteciperanno numerosi esponenti della politica e dell'associazionismo a livello nazionale e ci saranno vari ospiti in studio e in collegamento esterno.

L'Ordine del Giorno dell'ANPI è stato votato all'unanimità dal Consiglio Comunale (in quel momento assenti per la maggioranza Debora Rotelli e Marinella Orso e per la minoranza Nicola Viassolo).

Durante la relazione su quest'Ordine del Giorno il consigliere Sergio Colombo, capogruppo di Finale Ligure Viva, ha preso la parola per una precisazione legata al suo ruolo di consigliere provinciale: "Anche in provincia abbiamo approvato quest'Ordine del Giorno e, a tal proposito, vorrei che il sindaco si facesse carico di coinvolgere nell'evento di Radio ANPI in sala consiliare anche l'ISRES (Istituto Storico della Resistenza) e anche in futuro vorrei che si facessero iniziative per sostenere, anche finanziariamente, e promuovere, questo Istituto che tanto sta facendo, anche nelle scuole, per far conoscere la storia agli studenti fin dalla più giovane età".

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore