/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | venerdì 17 novembre 2017, 12:46

Tornano gli autovelox sulla SP 6, ma meglio segnalati

Cangiano: "Abbiamo chiesto che i limiti di velocità vengano alzati, che gli apparecchi vengano segnalati meglio e di essere informati preventivamente quando entreranno in funzione. Ho chiesto inoltre che venga lasciato solo uno dei due autovelox"

Si è tenuto questa mattina un incontro in Provincia riguardante il tema autovelox al quale hanno partecipato i sindaci di Albenga, Villanova, Casanova Lerrone e Garlenda, i rappresentanti della Polizia Locale , il consigliere provinciale Eraldo Ciangherotti e il Vicepresidente della provincia Isella.

In particolare, ai sindaci è stata rappresentata la volontà dell’ente provinciale di attivare i dispositivi di rilevazione della velocità posti sulla Sp6 che da Albenga - passando per San Fedele - porta a Villanova d’Albenga.

Lo scorso anno i due velox avevano determinato una pioggia di verbali avverso i quali era insorta, dapprima la popolazione anche attraverso comitati cittadini e, successivamente, i sindaci del territorio. L’azione intrapresa ha portato all’annullamento dei verbali illegittimi.

Adesso, però, gli autovelox verranno riattivati, ma accogliendo, almeno in parte i “suggerimenti” provenienti dal territorio.

Spiega il sindaco Giorgio Cangiano: “Abbiamo chiesto in particolare di rendere più congrui i limiti di velocità sul tratto, magari portandoli ai 70 km/h invece dei 50. Ho chiesto, inoltre, di lasciare solo uno dei due apparecchi e non entrambi, infatti due autovelox sullo stesso tratto a mio avviso sono eccessivi”.

Non solo, uno dei motivi di illegittimità dei verbali comminati lo scorso anno era quello della collocazione di uno dei due apparecchi, in particolare di quello davanti a Granero, sul punto spiega Cangiano: “Ci hanno confermato che quell’autovelox, essendo fuori dai limiti previsti nel decreto prefettizio verrà spostato. Infine abbiamo chiesto di informare adeguatamente i cittadini quando gli stessi entreranno in funzione e di posizionare una adeguata segnaletica che ne possa indicare in modo chiaro ed evidente la presenza. L’atteggiamento dimostrato dalla Provincia ci è parso positivo. Adesso verranno effettuate le ultime valutazioni da parte dell’ente provinciale e successivamente verranno fornite ulteriori indicazioni a riguardo”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore