/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 30 novembre 2017, 15:42

Albenga, l'appello dei Cittadini Stanchi: "Solidarietà a Max Biovi"

L'associazione ingauna si schiera a fianco del malato pronto a incatenarsi davanti all'ospedale

Albenga, l'appello dei Cittadini Stanchi: "Solidarietà a Max Biovi"

Savonanews ha dato ampio spazio, in questi giorni, alla drammatica vicenda di Massimo Biovi, detto Max (leggi QUI). Proprio in merito a questo dramma umano, l'associazione albenganese Cittadini Stanchi divulga una "lettera aperta" che è un vero e proprio appello a tutti i cittadini nel nome della solidarietà.

Nel messaggio si legge: "Cari Amici, L’associazione Cittadini Stanchi si rivolge con questo appello a tutti gli albenganesi e gli abitanti del nostro comprensorio.

Sabato mattina uno di noi, un Cittadino Stanco, sarà pronto a incatenarsi davanti all’ospedale di Albenga per rivendicare ciò che gli spetta di diritto: lui si chiama Max Biovi e da anni è in lista d’attesa per una operazione di trapianto di cuore che, però, non può essere effettuata se prima non viene fatto un intervento chirurgico al moncone della gamba destra, già amputata e tuttora soggetta a ostiomelite, che richiede una “bonifica” dell’area infetta. Ma l’intervento al moncone purtroppo, tarda ad arrivare.

Sappiamo che come lui centinaia di persone in provincia di Savona sono in attesa da troppo tempo di delicati interventi chirurgici, fondamentali per la loro sopravvivenza.

Per questo motivo Vi chiediamo di partecipare numerosi, sabato, tutti intorno a Max, per fargli sentire tutto l’affetto della Cittadinanza, per fargli capire che non è solo, per tutti noi e per il Nostro Ospedale.

I Cittadini Stanchi vogliono sottolineare con ogni forza possibile che questa manifestazione non è né contro i medici, né in alcun modo contro il personale dell’ospedale albenganese: anzi, rinnoviamo tutta la nostra stima e solidarietà verso queste persone che ogni giorno lottano per salvare delle vite umane. Il nostro gesto, invece, vuole essere un forte messaggio verso la Regione Liguria affinché si impegni in una politica sanitaria più attenta alle esigenze dei malati, soprattutto in casi di vita o di morte".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium