/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 06 dicembre 2017, 13:04

Per le ragazze dell'ASD Ginnastica Libera di Spotorno il "grande sogno" inizia oggi e parte da Budapest

Le sei atlete della ritmica sono partite all'alba di stamattina per partecipare alla Mikulas Kupa, una delle più prestigiose competizioni internazionali

Il Mikulas Kupa (Noto a livello internazionale anche come Santa Claus Cup, la “Coppa di Babbo Natale”) è uno degli eventi più importanti, più amati, più conosciuti e… Più sognati per chi in Europa pratica o segue la ginnastica ritmica.

E per le ragazze della ASD Ginnastica Libera di Spotorno questo grande sogno è iniziato alle prime luci dell’alba di questa mattina, con l’imbarco sul volo che le porterà a Budapest (Ungheria) per partecipare all’edizione 2017 del Trofeo.

Siamo andati a trovare la squadra durante l’ultimo allenamento ufficiale prima della partenza, mentre già in un angolino a bordo campo prendevano forma le prime valigie.

Mara Scarone, del direttivo dell’ASD Ginnastica Libera, commenta: “Dobbiamo sfidare i titani”, a sottolineare l’importanza di questo evento sportivo sul piano internazionale, e presenta ufficialmente le sei atlete che porteranno alti i colori di Spotorno, della provincia di Savona, della Liguria e dell’Italia intera in questa trasferta ungherese: loro sono Laura Ruda, Noemi Costabile, Cecilia Lorenzi, Matilde Cantini, Marilù Rota e Sindy Domi, tutte nate negli anni 1999, 2002, 2003, 2004 e 2006. A prendersi cura della loro preparazione il capo-tecnico Marta Brandini con Elisa Poggi e con Fulvio Cantini, un nome dal curriculum ammirevole (basta un solo esempio: la sua partecipazione alle Olimpiadi di Londra 2012).

Proprio Fulvio Cantini ci racconta: “Si tratta di un trofeo internazionale per club, ma la presenza di ben 18 nazioni ne fa praticamente, per importanza, un campionato europeo. Gareggeremo nelle varie categorie, ogni ragazza farà due esercizi individuali e in base al punteggio complessivo ottenuto dalle varie squadre si stilerà la classifica. Non solo gare, però: nella serata conclusiva si terrà un galà nel quale le varie squadre presenteranno un estratto dei loro saggi di Natale. Noi quest’anno abbiamo scelto come tema le musiche natalizie e porteremo a Budapest un’esibizione sull’Ave Maria di Schubert. Il nostro saggio annuale di ginnastica ritmica, quest’anno intitolato La Melodia del Natale, si terrà qui alla palestra Sbravati di Spotorno il 22 dicembre alle ore 21. Inoltre, sempre per prosegue con le attività collaterali, le ragazze avranno l’opportunità di partecipare a Budapest a uno stage con due dei massimi nomi mondiali di questo sport: la russa Ekaterina Selezneva (reduce dalle Universiadi di Taipei 2017) e l’uzbeka Elizaveta Nazarenkova (due volte medaglia d’argento ai campionati asiatici).

Chiediamo a Cantini quanto lavoro c’è dietro a un evento come questo: “Da luglio il gruppo agonistico si è allenato per una media di 17 ore settimanali, introducendo sempre esercizi nuovi. Gli standard del programma tecnico della gara impongono un punteggio di partenza molto alto. In più c’è la pressione data dalla prima gara dell’anno, quella che dà il via alla stagione”.

Prima della partenza è giunto alla palestra Sbravati il consigliere delegato allo sport del Comune di Spotorno, Matteo Camia, che commenta: “Tutti noi dell’amministrazione siamo orgogliosi di queste ragazze che portano il nome di Spotorno all’estero in una competizione così importante. Avere una realtà di questa caratura in relazione alle proporzioni di un comune in fondo piccolo come è Spotorno, è davvero degno di nota. Sono fiero di essere qui a dare il mio ‘in bocca al lupo’ a nome di tutti gli spotornesi”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore