/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 06 dicembre 2017, 18:08

Lunedì scuole chiuse a Giustenice, Boetto: “L’Enel interrompe il servizio senza dirci niente"

Spiega il sindaco: "Quello che si sta verificando, senza nessuna logica programmatoria (fra pochi giorni le scuole rimarranno chiuse per due settimane) mette in difficoltà molte famiglie"

Lunedì scuole chiuse a Giustenice, Boetto: “L’Enel interrompe il servizio senza dirci niente"

Scuole chiuse lunedì 11 dicembre a Giustenice, infatti l’Enel in quella giornata interromperà il servizio di erogazione dell’energia elettrica nella zona. A lasciare perplesso il primo cittadino Mauro Boetto, ma in generale tutta la comunità la mancanza di una adeguata comunicazione tra Enel ed ente comunale ed una programmazione efficiente dei lavori da condividere con utenti e enti pubblici.

Afferma il sindaco Boetto: “Sono stato obbligato a firmare un’ ordinanza sindacale di  chiusura delle scuole materna ed elementare per la giornata di lunedì 11  dicembre perchè l'ENEL Servizio Elettrico, senza nessuna comunicazione all'Ente Comune, ha deciso di interrompere l'erogazione dell'energia elettrica nella zona in cui sono ubicate le scuole di Giustenice”.

Ad informare l’amministrazione alcuni cittadini che, vedendo i volantini affissi dall’Enel hanno chiesto delucidazioni in merito alla scuola soprattutto dato che alcuni giorni fa, in circostanza simile, i bambini erano rimasti senza riscaldamento e senza il pasto.

Afferma a tal proposito Boetto: “Tale circostanza si era verificata già alcuni giorni fa, anche in quella  circostanza nessun preavviso”.

Continua il primo cittadino: “Cosa ancora più grave che io e l'Ufficio tecnico abbiamo provato a contattare l'ENEL (anche con un messaggio al numero da loro indicato proprio sul volantino) ma senza nessuna risposta. Quello che si sta verificando, senza nessuna logica programmatoria (fra pochi giorni le scuole rimarranno chiuse per due settimane) mette in difficoltà molte famiglie che si troveranno a dover gestire i figli  (anche molto piccoli) in una giornata lavorativa con tutte le difficoltà  del caso”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore