/ Sport

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sport | mercoledì 13 dicembre 2017, 16:44

Fallimento Savona Calcio: assolto Martino, condannati Oggianu, Toscano e Repetti

E' il verdetto emesso dal tribunale. L'avvocato Vazio: "E' stato un processo difficile ma la sentenza afferma con nettezza che Luca Martino è totalmente estraneo ai fatti contestati"

È arrivata oggi la sentenza relativa al fallimento del Savona Calcio. Condannati Fabrizio Oggianu, Alessio Toscano e Alessandro Repetti, assolto l’ex assessore allo sport del Comune di Savona Luca Martino.

In particolare il tribunale ha stabilito una condanna a 3 anni e 6 mesi per Toscano, 2 anni e 1 mese per Reperti e per Oggianu 3 anni e 8 mesi più provvisionale 50mila €. Assoluzione piena per non aver commesso il fatto per Martino.

Per tutti e tre le contestazioni andavano dalla distrazione di beni da una società in dissesto alle false dichiarazioni ai soci, al ricorso fraudolento al credito e di irregolarità connesse alla tenuta dei libri contabili.

Afferma l'Avvocato Franco Vazio:"Martino è stato assolto dal Tribunale di Savona con formula piena da accuse infamanti e molto gravi, soprattutto per un amministratore pubblico. Era imputato infatti di malversazione a danni dello Stato e bancarotta; accuse che nascevano e trovavano fondamento in dichiarazioni accusatorie di una persona coimputata, cioè il Presidente del Savona Calcio dell’epoca sig. Pesce. Da subito Martino si è protestato innocente ed ha denunciato il suo accusatore. È stato un processo difficile anche per questa ragione e che ha avuto una lunga e meticolosa istruttoria: la sentenza ora afferma con nettezza che Luca Martino è totalmente estraneo ai fatti contestati. Sono contento non solo per ragioni professionali, ma anche per ragioni personali perché so quanto lui abbia sofferto per questo processo. Bene, molto bene."

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore