/ Val Bormida

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Val Bormida | mercoledì 13 dicembre 2017, 19:41

Maltempo in Val Bormida, il presidente della Regione Toti incontra i sindaci (FOTO e VIDEO)

Il confronto si è tenuto presso la Soms di Carcare

Una giornata in Val Bormida per il governatore Giovanni Toti. Dopo aver visitato a Cairo Montenotte la residenza protetta L. Baccino, l'ospedale San Giuseppe e Palazzo Scarampi, il presidente della Regione Liguria si è recato a Carcare dove ha incontrato presso la Soms i sindaci del territorio. 

Il confronto è stato l'occasione per parlare dei recenti disagi causati dal maltempo. "Abbiamo affrontato un fenomeno complesso e assai straordinario - commenta il presidente Toti - i requisiti per chiedere lo stato di calamità non ci sono, però stiamo valutando uno stato di emergenza regionale". Durante l'intervento, Toti si è soffermato anche sul blocco totale durante la perturbazione da parte di autostrade e Trenitalia. "Ho chiamato il capo della Protezione civile Borrelli, è assolutamente necessario convocare un tavolo nazionale per evitare in futuro situazioni del genere - spiega Toti - Un minimo di servizio deve essere garantito". 

Dopo il discorso da parte del governatore ligure, la parola è passata ai sindaci. "A nome di tutti i colleghi valbormidesi, chiedo una maggiore attenzione da parte della Regione. Negli anni passati, il nostro territorio è stato abbandonato - commenta il primo cittadino di Carcare Franco Bologna - dopo l'abolizione delle Comunità Montane, ci troviamo a dover gestire i nostri territori senza le risorse adeguate. Abbiamo già speso una cifra enorme per il sale anti-ghiaccio e non siamo ancora a Natale. Rimanere due giorni isolati non è accettabile. Il marchio di Area di Crisi Complessa è importante, ma bisogna investire sulla viabilità". 

"Lo sgombero neve è un argomento determinate - prosegue il sindaco di Cairo Montenotte Paolo Lambertini - noi Comuni montani abbiamo bisogno di un supporto per gestire al meglio tale emergenza". 

"I mezzi pesanti devono essere fermati quando viene emanata l'allerta meteo - conclude il primo cittadino di Cengio Sergio Marenco - il comportamento dell'ente autostradale è inaccettabile. Ogni volta che ci sono dei problemi, chiude il tratto e riversa il traffico pesante sulle Strade provinciali".

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore