/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | giovedì 14 dicembre 2017, 14:38

La "Milano-Sanremo del Gusto" conquista Londra

L'assessore Berrino: "Il turismo enogastronomico è indispensabile per attrarre nuovi flussi turistici all-season". E i giornalisti londinesi "fanno pace" anche con il pesto

La “Milano-Sanremo del gusto” sbarca Oltremanica e conquista Londra. Grazie alla missione organizzata dall’assessorato regionale al Turismo e dall’Agenzia regionale “In Liguria”, ieri sera, alla presenza dell’assessore Gianni Berrino e del commissario Carlo Fidanza, è stato spiegato come viene preparato e quali sono le virtù organolettiche del vero pesto a 50 tra giornalisti, influencer e blogger britannici, che hanno potuto anche degustare un’antologia delle produzioni tipiche di Liguria, Lombardia e Piemonte.

La dimostrazione, rigorosamente dal vivo, con mortaio e pestello, si è svolta nel ristorante genovese “Macellaio RC” di Union Street di Roberto Costa, sotto la supervisione di Roberto Panizza, fondatore del premio internazionale del pesto, come evento-gara di qualificazione per la World Championship, in programma il prossimo marzo.

“Dopo la fake news sul pesto – spiega l’assessore Berrino – anche la giornalista Rebecca Smiters si è dovuta ricredere sulla bontà e sulle proprietà del pesto. Abbiamo ritenuto importante portare la Milano-Sanremo del gusto e il pesto, il prodotto-simbolo della Liguria, a Londra per promuovere la nostra enogastronomia e i percorsi collegati, segmenti strategici per l’attrazione di nuovi flussi turistici, anche in chiave di destagionalizzazione.

Il successo ottenuto ieri sera dimostra che anche il mercato Britannico è molto sensibile non solo alle bellezze del nostro territorio, ma anche all’offerta della buona tavola e delle ricette tradizionali liguri”.

La “Milano-Sanremo del gusto” è il progetto, approvato e cofinanziato dal Mibact, coordinato dall’agenzia In Liguria, con lo scopo di coniugare la celebre competizione ciclistica con lo stesso itinerario dedicato alla scoperta delle tipicità enogastronomiche e artigianali dei territori attraversati dalla corsa, attraverso il coinvolgimento del sistema camerale ligure, delle associazioni di categoria interessate (commercianti, artigiani, ristoratori, albergatori, florovivaisti, agricoltori) e la condivisione delle iniziative con le Regioni Lombardia e Piemonte.  

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore