/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 14 dicembre 2017, 18:08

Gioco d'azzardo, l'assessore Rixi: "Confronto con operatori e territorio necessario per arrivare a efficace regolamentazione del settore e non perdere occupazione"

Oggi tavolo con Anci e associazioni di categoria

 

Si è svolta oggi in Regione Liguria la prima riunione con gli operatori commerciali, i rappresentanti di categoria ed Anci del tavolo di riforma del gioco lecito, convocato dall'assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi. "Oggi - dichiara l'assessore Rixi - abbiamo avviato il percorso del confronto con le categorie per arrivare a una riforma, che dia regole omogenee sul territorio, come ci chiedono i Comuni e Anci. Entro aprile 2018, ci sarà una riduzione degli apparecchi sul territorio del 30%, dagli attuali 10mila a 7mila e quindi stiamo studiando come ridurre al massimo le conseguenze possibili sull'occupazione e sulle piccole imprese del commercio locale. Stiamo studiando anche percorsi di formazione per i gestori degli apparecchi, nuovi medoti di controllo e sanzioni inasprite per chi fa giocare i minori. Da parte degli operatori del settore abbiamo riscontrato la massima disponibilità alla collaborazione per un'efficace riforma del comparto".

L'assessore Rixi, infine, replica alle dichiarazioni della minoranza sul tema. "Trovo insensata - commenta l'assessore Rixi - la levata di scudi a suon di comunicati stampa delle opposizioni, proprio nel giorno in cui abbiamo riunito il tavolo, che il consiglio regionale aveva approvato. Oggi abbiamo avviato un percorso di riforma condiviso con tutte le parti in causa e col territorio, come mai prima era stato fatto. Il congelamento della precedente legge della giunta Pd, mai entrata in vigore e che per stessa ammissione di Anci era sbagliata e frettolosa, è stato un passaggio necessario per arrivare a una norma che potrà dare regole precise e certe senza perdere occupazione. In parallelo, la prossima settimana, sarà avviato anche il tavolo con i referenti del sociale con l'assessore Viale, dove verranno affrontati i temi collegati alla ludopatia". Al termine dei lavori dei due tavoli verrà elaborata una bozza di proposta di legge regionale, che sarà presentata in consiglio regionale.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore