/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | domenica 17 dicembre 2017, 08:00

Andora, ordinanza del sindaco per la rimozione della copertura in amianto sul tetto dell'ex complesso Ariston

L’Asl ha già più volte ingiunto ai privati la bonifica, ma senza esito: chiesto quindi l’intervento del primo cittadino in qualità di Autorità Sanitaria Locale.

C’è amianto sul tetto dell’ex supermercato ed ex cinema del complesso Ariston. Il Sindaco Mauro Demichelis ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente in cui ingiunge alla proprietà di effettuare la bonifica del manto di copertura, in modo che lo stato di conservazione, evidenziato come scadente dall’Asl, non possa causare situazioni di pericolo per la salute pubblica. 

Portiamo avanti, in piena collaborazione con l’Asl, un’altra fase delicata dell’impegno che ci siamo presi con i cittadini, di attuare ogni azione utile a ridare decoro e sicurezza alla zona dell’Ariston – ha spiegato il sindaco Mauro Demichelis – Ci siamo subito attivati quando l’Autorità sanitaria locale ce l’ha chiesto, mettendoci a conoscenza dell’inerzia della proprietà nel realizzare la bonifica. Se, per una qualche situazione non prevedibile, la copertura si dovesse rompere, la popolazione potrebbe essere sottoposta a rischi per la salute che assolutamente non devono essere corsi. E’ ben nota la volatilità e la tossicità delle fibre di amianto ed il comportamento della proprietà non è più tollerabile. Ci aspettiamo i risultati già raggiunti con le precedenti ordinanze, con le quali questa Amministrazione ha ottenuto la demolizione delle casette abusive e la messa in pristino dell’area esterna che, a causa dell’abbandono protratto negli anni, era divenuta un pericoloso dormitorio, oggetto di numerosi incendi”.

Lo stato di conservazione delle lastre di copertura dell’edificio, che un tempo ospitava un supermercato e ancor prima un cinema e che sorge a fianco alle due palazzine principali dell’ex complesso Ariston, è risultato scadente in base a tabelle del dipartimento Salute e Servizi della Regione Liguria. Tale stato di conservazione prevede che la rimozione sia effettuata entro tre anni, periodo che si riduce ad uno, quando l’amianto sia vicino a zone con presenza di persone com’è nel caso della palazzina di Andora che si affaccia da una parte sulla spiaggia e dall’altra sulla via Aurelia.

L’Asl ha già più volte ingiunto ai privati la bonifica, ma senza esito e ha quindi chiesto l’intervento del sindaco Mauro Demichelis in qualità di Autorità Sanitaria Locale.

Entro 30 giorni dalla notifica dell’ordinanza sindacale, la proprietà dovrà iniziare la bonifica che dovrà essere eseguita e conclusa entro 30 giorni dall’inizio del lavori

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore