/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 19 dicembre 2017, 14:15

Savona, ordinanza restrittiva contro i bisogni dei cani in centro. Sindaco Caprioglio: “Verrà rispettato il decoro della città”

Dal fine settimana chi verrà sorpreso a far orinare il proprio cane sotto i portici verrà sanzionato. Intanto a favore dei 4 zampe verranno sistemate e istituite le aree canine in “adozione”.

Savona, ordinanza restrittiva contro i bisogni dei cani in centro. Sindaco Caprioglio: “Verrà rispettato il decoro della città”

Un’ordinanza che vieta ai proprietari dei cani di portare i propri animali a quattro zampe a fare i bisogni nelle zone centrali di Savona (nei portici di Via Paleocapa, la parte pedonale di Corso Italia e Piazza Mameli) e comporterà sanzioni che erano già previste con il mancato utilizzo dei sacchetti per la raccolta delle deiezioni solide: “Tutto ciò nasce dalle continue proteste che da circa un anno e mezzo abbiamo ricevuto sulla situazione indecorosa del centro storico, i commercianti sono insorti e sicuramente questo susciterà da parte di un gruppo di cittadini un sospiro di sollievo oppure per altri malumore. Abbiamo voluto far vedere che veniamo incontro ai proprietari dei cani con le aree canine” spiega il Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio.

“I proprietari dei cani dovranno rispettare su area pubblica le seguenti regole comportamentali: non usufruire per l’espletamento dei bisogni corporali degli animali, deiezione o minzione, i marciapiedi e il porticato di via Paleocapa e la parte pedonale centrale comprendente il monumento di Piazza Mameli, tutta l’area pedonale di Corso Italia e Piazza Sisto, compresi tutti gli elementi edilizi” spiega leggendo l’ordinanza il sindaco Caprioglio.

“Gli escrementi dovranno essere raccolti subito per permettere lo stato d’igiene e di decoro - continua il sindaco - mi preme sottolineare che i cani potranno assolutamente passeggiare sotto i portici ma dovranno essere portati fuori dal marciapiede a fare i bisogni”.

Domani l’assessore ai lavori pubblici e all’ambiente Pietro Santi insieme alla polizia municipale farà un giro tra i commercianti del centro per spiegare l’ordinanza, giovedì o venerdì verrà effettuata una pulizia straordinaria di Ata radicale di tutti i portici e di tutte le colonne per restituire decoro alla città e in quei giorni sará giá effettiva l’ordinanza.

Durante la conferenza stampa nella Sala Giunta del Comune non sono mancate le polemiche da parte dell’Enpa: “Siamo terrorizzati, volevamo essere consultati - dice Giovanni Buzzi, vice presidente Enpa Savona - speravamo che questa giunta, prima di fare un ordinanza punitiva,  volesse sentire la nostra idea, ci sembra un’ordinanza poco precisa”.

Ma non mancano le novità per quanto riguarda le aree canine: “Abbiamo iniziato un proficuo lavoro sei mesi fa grazie a un gruppo di cittadini che frequentano le aree canine, si sono verificate diverse criticità, saranno stanziati fondi su due aree del prolungamento a mare, dopo questo inizio verranno fatti altri interventi” spiega Santi.

Per le altre 4 aree canine, l’agility dog si è impegnata a gestire le zone: “Si sono offerti di curare una parte di area - spiega l’assessore allo sport Maurizio Scaramuzza - mettiamo a disposizione una parte per le loro dimostrazioni, adottano una parte di area canina che a loro spese mettono apposto, invitiamo le associazioni che sono interessate a prendersi cura di altre zone”.

Anche in questo caso interverrá il progetto AdottiAmo Savona: “Si potrà fare pubblicità all’interno di queste aree, sarà un volano positivo, molti soggetti interessati si occuperanno di una pulizia costante” conclude il vice sindaco Massimo Arecco.

 

 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium