/ Val Bormida

Val Bormida | 04 gennaio 2018, 10:09

Falla di sicurezza nei processori Intel degli ultimi 10 anni, i computer di tutto il mondo a rischio rallentamento

La notizia emersa nel corso delle ultime ore, sta coinvolgendo la principale casa di produzione di microprocessori al mondo e, di fatto, monopolista sul mercato

Falla di sicurezza nei processori Intel degli ultimi 10 anni, i computer di tutto il mondo a rischio rallentamento

Tutti i computer del mondo sarebbero a rischio "rallentamento" per una falla di sicurezza all'interno dei processori Intel prodotti nell'ultimo decennio. E' questa la notizia emersa nel corso delle ultime ore che sta coinvolgendo la principale casa di produzione di microprocessori al mondo e, di fatto, monopolista sul mercato.

Dai core i3, i5, i7, per scendere fino ai ai Pentium e i Celeron, l'azienda di Santa Clara ha invaso workstation e notebook dell'intero pianeta, seppur la principale rivale, AMD, stia cercando di risalire la china con i nuovi processori Ryzen.

Numeri impressionanti che ingigantiscono un buco nel sistema di protezione dei computer, relativo ai dati sensibili (password, carte di credito) rimediabile con una riscrittura parziale del kernel (il cuore del sistema operativo) e una contemporanea diminuzione delle prestazioni del processore (in alcuni casi fino al 30%).

Intel (in rosso in banca) ha risposto con un comunicato stampa, sottolineando come sia al lavoro con le case produttrici rivali e i produttori dei sistemi operativi (Microsoft per Windows e Apple per iOS), per trovare la migliore soluzione possibile e che limiti il "downclock" delle cpu.

Resta da capire quanto "rallenteranno" i nostri computer, sempre più bisognosi di potenza e risorse hardware dopo i recenti sviluppi tecnologici. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium