/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 10 gennaio 2018, 11:50

Intossicazione alimentare per 50 allievi di Cairo Montenotte: il Co.s.p. chiede il trasferimento in altre scuole di formazione

Il sindacato oltre a richiedere una revisione e una bonifica degli impianti idrico-sanitari della scuola ha chiesto l’intervento della Asl al fine di verificare le cause di quanto accaduto

Intossicazione alimentare per 50 allievi di Cairo Montenotte: il Co.s.p. chiede il trasferimento in altre scuole di formazione

L’allarme per una cinquantina di allievi della scuola di polizia penitenziaria di Cairo Montenotte che hanno cominciato il corso l’8 gennaio scorso per diventare agenti penitenziari è scattato in seguito a una infezione gastrointestinale che li ha costretti a ricorrere alle cure dei sanitari. La causa è da ricercare probabilmente nel cibo ingerito. Le condizioni dei giovani sono in netto miglioramento. Gli allievi sono stati soccorsi da due automediche inviate presso la scuola di formazione.

Stando a una prima ricostruzione dei fatti, gli agenti hanno cominciato ad avvertire i primi malori nel pomeriggio: nausea, vomito, formicolio negli arti. Con il passare delle ore il numero degli intossicati è andato aumentando fino a raggiungere in serata una cinquantina. Due degli allievi, i più gravi, sono stati trasportati all’ospedale San Paolo dove sono ora in osservazione. Sul grave episodio è intervenuto il segretario generale nazionale del Co.s.p. Domenico Mastrulli il quale ha chiesto in via precauzionale e fino al termine dell’emergenza il trasferimento dei 278 allievi del corso di formazione in altre strutture SFAP vicine ai luoghi di residenza degli allievi, o in alternativa, il rilascio di licenze sanitarie temporanee.

Il sindacato oltre a richiedere una revisione e una bonifica degli impianti idrico-sanitari della scuola ha chiesto l’intervento della Asl al fine di verificare le cause di quanto accaduto.

c.s.

"L'Europa che c'è. L'Europa che verrà."

Il dibattito in diretta sul nostro quotidiano. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore