/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | mercoledì 10 gennaio 2018, 10:30

Ponente savonese: cauto ottimismo dopo un turismo natalizio con il segno “più”

Nonostante le forti epidemie di mali di stagione e l’allerta meteo, tra Loano, Pietra e Finale i numeri delle presenze riescono a essere soddisfacenti

Ponente savonese: cauto ottimismo dopo un turismo natalizio con il segno “più”

Il 2017 ci ha ormai abbandonato da una decina di giorni ma il quadro delle vacanze natalizie appena trascorse è comunque positivo (seppur non entusiasmante) per il Ponente Savonese, pur dovendo fare i conti con allerte meteo e mali di stagione.

A Loano, la presidentessa degli albergatori Graziella Del Balzo sottolinea luci e ombre: “Le festività di Natale sono andate abbastanza bene, ma son finite troppo presto. Il dato positivo è stato limitato a pochi giorni, ora bisogna pensare a un inverno che sarà lungo e pieno di problematiche: tra l’aumento delle autostrade e di tutte le bollette delle utenze, il diffondersi degli Autovelox, la crisi economica, purtroppo è sempre di più la gente che sceglie di stare a casa per risparmiare. Fortunatamente abbiamo il turismo sportivo: la piscina olimpica di Loano ci porterà intere squadre di nuoto a partire da aprile e l’outdoor è in crescita; tutto ciò compensa in parte un turismo invernale di anziani che, al contrario, è andato sempre più diradandosi. Ma sono tempi difficili: tra autostrade care, stazioni ferroviarie che chiudono, sempre meno treni e sempre maggiori disservizi nelle ferrovie, il cliente alla fine è insoddisfatto, per quanto noi albergatori si faccia di tutto per accontentarlo. In epoca di crisi, quando si hanno meno soldi da spendere, il turista cerca di avere di più spendendo di meno”.

A Pietra, il presidente APA (Associazione Pietrese Albergatori) Giuseppe Casella è cautamente soddisfatto: “Un bilancio discreto, considerando che quasi tutte le strutture a Pietra Ligure aprono subito dopo Natale, in media dal 27 in avanti. Nei giorni attorno a Capodanno i numeri non sono stati altissimi ma comunque discreti. Il tutto completo quasi certamente non c’è stato, se non forse per i due giorni canonici del 31 e dell’1. L’Epifania, a cavallo tra sabato e domenica, poteva prometterci un bellissimo weekend, ma il meteo detta legge e tra il 4 e il 5 c’è stato il picco di partenze, una vera e propria fuga per paura di imbattersi nella pioggia che ci ha dato un 6 gennaio sottotono”.

Per l’Associazione Albergatori di Finale Ligure e Varigotti commenta il presidente Marco Marchese: “Bilancio in generale non negativo, di certo in linea con le aspettative. Diversi fattori hanno però influito: in montagna c’è stata molta neve per fortuna dei nostri colleghi nelle località sciistiche, nevicate così non si vedevano da tempo e di certo questo ha portato più gente a sciare; la forte epidemia di influenza ha gravato negativamente su disdette e partenze anticipate, il maltempo ci ha danneggiato all’Epifania, ma nel contempo non ci si può lamentare. In particolar modo a Finale abbiamo registrato un positivo aumento del turismo sportivo che nel periodo natalizio non si era mai verificato negli anni precedenti”.

Angelo Berlangieri, presidente UPA (Unione Provinciale Albergatori) di Savona, ben riassume il quadro generale della situazione: “Stiamo ancora analizzando i dati, ma nella settimana prima di Capodanno il movimento è stato molto lento, come mediamente avviene tutti gli anni in questo periodo, complice il fatto che molti amano trascorrere il Natale in famiglia. La situazione si è risvegliata dal 28 dicembre ai primi di gennaio, grazie anche a un bel clima, con località vive e tanti eventi, una bella offerta in generale. Dopo il 2 di gennaio sicuramente il ponte dell’Epifania è stato penalizzato dal maltempo. Questo ha portato a una movimentazione di certo inferiore rispetto allo scorso anno. I numeri esatti si avranno entro pochissimi giorni, ma la sensazione è questa”.

Alberto Sgarlato

"L'Europa che c'è. L'Europa che verrà."

Il dibattito in diretta sul nostro quotidiano. SCOPRI DI PIU'

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore