/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 11 gennaio 2018, 18:00

Albenga, Ciangherotti su Di Maio: "Chi sceglie di candidarsi al Parlamento deve conoscere le esigenze della popolazione"

"Nel dna dei rappresentanti del M5S c'è il desiderio innato di fare i parlamentari a stipendio fisso e a costo zero, da oggi neppure disposti più a scrivere le leggi"

Albenga, Ciangherotti su Di Maio: "Chi sceglie di candidarsi al Parlamento deve conoscere le esigenze della popolazione"

"Nel dna dei rappresentanti del M5S c'è il desiderio innato di fare i parlamentari a stipendio fisso e a costo zero, da oggi neppure disposti più a scrivere le leggi" commenta Eraldo Ciangherotti, consigliere comunale capogruppo di Forza Italia ad Albenga. 

"Sì, perchè la novità di Albenga è che, mentre promette di cancellare 400 leggi, il Signor Di Maio, con un curriculum davvero incredibile per essersi solo iscritto alla facoltà di legge e aver fatto ad oggi un solo mestiere, lo steward allo stadio San Paolo per vedere gratis le partite del Napoli, oggi ha demandato alle associazioni agricole di categoria l'impegno di scrivere le leggi per consentire al parlamento di discutere ed eventualmente votarle". 

"Adesso, il M5S vorrebbe insegnare come in Parlamento sia possibile con loro al governo prendere le indennità senza fare nulla, solo la ginnastica di alzare la mano per votare e basta. Vergognosi. A Roma non sono capaci a mantenere pulita una città e si candidano a sfasciare l’ Italia già gravemente danneggiata dai governi Letta-Renzi-Geniloni e dai vari conflitti di interesse con le banche. 

"Il Signor Di Maio ed il Movimento da lui rappresentato dovrebbero una buona volta capire che chi sceglie di candidarsi al Parlamento deve conoscere le esigenze della popolazione che vive sul territorio e portare a Roma le istanze del territorio per le quali in campagna elettorale si è impegnato. Qui nessuno dice cosa verrà fatto dai M5S a Roma nella prossima legislatura qualora sciaguratamente dovessero vincere le elezioni politiche". 

"Silvio Berlusconi, invece, ha lanciato un programma chiaro: sulle pensioni per consentire agli anziani di elevare a mille euro le pensioni minime, sulla sicurezza nelle città con più poteri ai sindaci, sul controllo dell'immigrazione massiva con la riduzione dei flussi migratori, sulla famiglia e il ruolo dei genitori con figli a carico. A guardare certe facce del M5S locale o vengono in mente i soliti potentati del mondo agricolo che ad ogni sondaggio diverso cambiano casacca pur di essere sempre a controllare il potere delle cooperative rosse, o c'è da tenersi stretta la mano sul portafogli per il rischio di trovarsi senza più un euro" conclude Ciangherotti. 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium