/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | sabato 13 gennaio 2018, 08:45

Albenga, rogo in viale Che Guevara, proseguono gli accertamenti sulle casette condonate

Al vaglio anche la presenza di diverse bombole all'interno dell'abitazione che aumentano la preoccupazione tra i cittadini i quali affermano che poteva essere una strage

Continuano gli accertamenti e le indagini sui bungalow nei quali ha perso la vita Santa Privitera, uccisa, probabilmente dalle esalazioni ed il fumo e non dalle fiamme che hanno distrutto la sua abitazione. ( Clicca QUI)

Proprio per questo è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo che vede indagato il figlio Maurizio Messina che quella mattina era uscito di casa per andare a fare la spesa lasciando l'anziana madre disabile a casa. (Leggi Articolo )

Forse un tizzone ardente o un ritorno di fiamma dalla stufa, ed è stato subito l'inferno. Le casette in legno presenti nella zona sono altamente infiammabili ed è bastato poco per far diffondere le fiamme. 

Al vaglio anche la presenza di diverse bombole all'interno dell'abitazione che aumentano la preoccupazione tra i cittadini che affermano come poteva essere una strage se le fiamme fossero divampate magari durante la notte e se le bombole fossero esplose.

Occorre precisare che le casette costruite in maniera abusiva sono state condonate e pertanto regolarizzate negli anni novanta beneficiando del condono del 1985.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore