/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 gennaio 2018, 14:00

Italian Riviera, valorizzazione del territorio savonese grazie a un'offerta integrata e multi prodotto

Il progetto è nato dall’iniziativa dell’Unione Provinciale Albergatori di Savona in collaborazione con C-Way.

Italian Riviera, valorizzazione del territorio savonese grazie a un'offerta integrata e multi prodotto

Dopo dieci anni di attesa e di lavori viene attivato, grazie alla collaborazione tra Unione Provinciale Albergatori e C-Way tour operator dell’Edutainment, il brand Italian Riviera, un progetto che prevede la valorizzazione del territorio savonese che si concretizza così in un’offerta integrata e multi prodotto che dà ai turisti l’opportunità di costruirsi una vacanza “su misura”, scegliendo le “esperienze” da vivere in coppia, con gli amici o in famiglia oppure optando per i pacchetti turistici proposti.

"Chi andrà a navigare tra le offerte di C-Way troverà anche il portale Italian Riviera - ha dichiarato Carla Sibilla, amministrazione delegato di C-Way - chi entrerà, che sia un tour operator o un turista, potrà scegliere tra itinerari esperienziali dedicati alla famiglia, ai gruppi, ai singoli e diversificati per valorizzare il territorio e l'offerta ricettiva. Lo sforzo è stato proprio quello di preparare un'offerta vendibile, che sul sito si può acquistare online, che rappresenti non solo il mare della riviera ma anche l'outdoor, l'enogastronomia e lo sport attivo che si può fare in questo spettacolare territorio. È importante anche l'attenzione che è stata messa sulle parole chiave per il posizionamento del sito e su tutta l'attività che si andrà a fare sui social: ormai sui siti si decide, ci si emoziona, si compra e questo è il supporto di competenza che C-Way ha dato all'Unione Albergatori di Savona".

"Abbiamo fatto delle analisi che riportano già una frequentazione anche importante di italiano Riviera - ha inoltre aggiunto Carla Sibilla - ancora con il working in progress, ma metteremo in atto anche tutte le azioni di promocommercializzazione necessarie per portare tour operator esteri, piattaforme, clienti e turisti individuali a scegliere Italian Riviera. Sarà anche importante il sito in continua evoluzione proprio per il lavoro fatto insieme agli operatori del territorio: quanto più saranno attivi, quanto più ci daranno offerte speciali, itinerari nuovi, San Valentino o altro, tanto più il sito potrà essere attivo e posizionarsi per attrarre nuovi ospiti e clienti".

Navigando sul sito di C-Way l’area dedicata ad Italian Riviera permette di fare una prima scelta, secondo le proprie esigenze, tra le sezioni “Esperienze outdoor”, “Arte&Cultura”, “Dove dormire”.

La sezione “Esperienze outdoor” offre tante fantastiche opportunità per praticare attività all’aria aperta: dalle escursioni guidate in MTB alle immersioni e allo snorkeling; dalle uscite in barca in mare aperto al trekking lungo sentieri suggestivi, dal canyoning ai tour speleologici, esperienze fruibili tutto l’anno in uno splendido contesto naturalistico.

La sezione “Arte&Cultura” è una panoramica di proposte alla scoperta delle bellezze storico-naturalistiche e delle tradizioni gastronomiche locali: i borghi storici fra i più belli d’Italia, i siti archeologici marini, le fantastiche grotte, le riserve naturalistiche e le cooking-class sulle tradizionali ricette liguri.

La sezione “Dove dormire” è dedicata alle 46 strutture ricettive aderenti al progetto: hotel e residence, situati nella splendida Italian Riviera, tra Celle ed Andora, prenotabili per trascorrere un soggiorno di più giorni.

"Il brand Italian Riviera ci offre la possibilità di fare tre cose che rappresentavano un punto di debolezza della nostra destinazione – ha invece affermato Angelo Berlangieri, presidente del’Unione Albergatori di Savona - creare prodotti davvero, partendo dalle cose che ci sono e non soltanto raccontarle; promocommercializzare quindi vendere pacchetti, ma anche il dynamic packaging quindi la possibilità di costruirsi su misura la propria vacanza mettendo insieme ricettività ed esperienze; la promozione in Italia e all'estero utilizzando tutti gli strumenti che oggi sono a disposizione. Sono tre cose molto semplici e molto banali, ma erano dieci anni che ci stavamo pensando: come imprenditori ci abbiamo investito e ci abbiamo creduto, riuscendo a realizzare davvero questa cosa. Per una volta possiamo dire che l'Italian Riviera, la provincia di Savona, comincia a giocarsela con gli stessi strumenti alla pari delle altre destinazioni nostre competitrici".


"Vorremmo rivolgerci per cambiare anche un po' la composizione dei turisti che oggi frequentano questa destinazione, un cliente italiano ma anche molto internazionale - ha proseguito Berlangieri - perché vogliamo allargare fortemente la platea. Questo è anche il motivo per cui abbiamo scelto come partner C-Way che è il tour operator del gruppo Costa, che vende i principali attrattori culturali italiani e ci permette di posizionarci a livello di target di mercati che noi da soli non riusciremmo a penetrare. Il target che stiamo cercando con questa operazione? Un cliente italiano ma anche molto internazionalizzato, un turista attivo per cui la destinazione è importante e che voglia vivere il nostro territorio tutto l'anno".

"Questo non è un sito che racconta cosa siamo, ma è un sito che organizza la vacanza e la destinazione - ha concluso il presidente Upa - ci sono proposte di esperienze organizzate, vendibili e componibili attraverso il sistema del dynamic packaging. I portali di comparazione utili per penetrare i mercati, questo tipo di sistema e di struttura lo tengono in particolare attenzione e lo mettono ai primi posti: se avessimo fatto un altro sito vetrina dove raccontavamo quello che era questa destinazione avremmo perso tempo, denaro e non saremmo così contenti di aver fatto una roba che ci aspettavamo da dieci anni".

A breve oltre a diversi e continui aggiornamenti come la conversione del sito in lingua inglese, vi sarà una sezione dedicata alla vita notturna dove verrà presentata un’offerta per tipologia: oltre alle discoteche si darà ad esempio spazio alle sale da ballo e alle attività che interessano il dopo cena.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium