/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 23 gennaio 2018, 08:48

DSA, a Savona un incontro per capire questo mondo e sulla valutazione scolastica

Venerdì 26 gennaio ore 17.00 Presso la Sala Mostre del Palazzo della Provincia Via IV Novembre –Savona L'ingresso è gratuito, ma è necessaria l'iscrizione attraverso il sito http:/savona.aiditalia.org

DSA, a Savona un incontro per capire questo mondo e sulla valutazione scolastica

A Savona si terrà un incontro dal titolo: "Novità nel mondo della valutazione: obiettivi e criteri. Cosa è cambiato per gli studenti con DSA?”. Interverrà Maria Enrica Bianchi, docente, autrice di numerose pubblicazioni sull’apprendimento e sui DSA,membro del consiglio direttivo AID.

Venerdì 26 gennaio ore 17.00 Presso la Sala Mostre del Palazzo della Provincia Via IV Novembre –Savona L'ingresso è gratuito, ma è necessaria l'iscrizione attraverso il sito http:/savona.aiditalia.org al termine dell'incontroverrà rilasciato attestato di partecipazione.

Spesso docenti, studente e famiglia non riescono ad intendersi sugli obiettivi e modalità della valutazione scolastica dando luogo a situazioni di incomprensione e conflitto.

E’ necessario passare dalla visione di valutazione dell’apprendimento secondo la logica di controlloa posteriori,alla valutazione per l’apprendimento secondo la logica di sviluppo in itinere.

I giudizi che un ragazzo riceve a scuola, o in relazione al proprio essere studente, incidono sul suo senso di autostima ossia sull’immagine più o meno positiva che costruisce a proposito di se stesso, specialmente quando questi messaggi provengono da persone sentite come significative, a cui vengono attribuiti valore e competenza, quali sono, in genere, gli insegnanti.

La valutazione sembra incidere anche sul senso di auto-efficacia di uno studente, vale a dire sulla percezione che egli sviluppa di potercela fare a scuola e sulla connessa motivazione ad impegnarsi nello studio.

D’altra parte al docente è richiesta una valutazione formativaper contribuire all’apprendimento dell’alunno dando luogo ad interventi didattici che colmano lo scarto tra le prestazioni effettive registrate rispetto alle prestazioni attese,e una valutazione sommativa usata per certificare o per registrare il rendimento alla fine di un corso di studi.

La famiglia spesso fatica a comprendere e ad aiutare il proprio figlio ad avere maggiore consapevolezza e responsabilità nel processo di apprendimento.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium