Elezioni comune di Albenga

Elezioni comune di Pietra Ligure

 / Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 24 gennaio 2018, 11:18

Prestiti personali: quasi il 10% dei richiedenti ha avuto un disguido finanziario in passato

il 7,76% dei richiedenti prestito residenti in provincia di Savona ha avuto in passato un problema con altre società del credito e, in Liguria, la percentuale è pari al 9,63%.

Prestiti personali: quasi il 10% dei richiedenti ha avuto  un disguido finanziario in passato

Prima di concedere un prestito gli istituti di credito valutano l’affidabilità del richiedente; avere alle spalle disguidi finanziari, come un ritardo o il mancato pagamento di una rata, può incidere negativamente sull’esito finale della pratica. Questo però non sembra scoraggiare coloro che cercano di ottenere un finanziamento; secondo il dato fornito dall’analisi realizzata da Facile.it e Prestiti.it, che hanno esaminato un campione di 60.000 richieste presentate tramite i portali tra novembre 2017 e gennaio 2018, a livello nazionale, il 9,72% dei richiedenti ha dichiarato di aver avuto in passato un problema con altre società del credito.

il 7,76% dei richiedenti prestito residenti in provincia di Savona ha avuto in passato un problema con altre società del credito e, in Liguria, la percentuale è pari al 9,63%. Dividendo il risultato su base territoriale, le province della Liguria con le percentuali più alte sono proprio Imperia (15,66%) e Genova (9,13%); quelle con i valori più bassi, invece, Savona (7,76%), e La Spezia (8,87%).

Analizzando i dati raccolti su base territoriale si evidenziano importanti differenze tra le aree del Paese. La regione dove si è registrata la maggiore percentuale di richiedenti prestito con alle spalle disguidi finanziari è il Molise (12,63%), a seguire la Sardegna, con un valore del 10,79% e l’Emilia Romagna, con il 10,69%.

«Aver avuto in passato un disguido finanziario non necessariamente preclude l’accesso al credito da parte del debitore», spiega Andrea Bordigone. «In questo senso, la figura del consulente diventa spesso determinate; riuscire a definire una richiesta di prestito sostenibile e adeguata, nonché scegliere la società di credito più indicata può fare la differenza tra un esito finale positivo o negativo».

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium