/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 24 gennaio 2018, 12:04

Pontinvrea taglia le tasse, il sindaco Camiciottoli: "Questa riduzione rientra in un progetto di controesodo che stiamo mettendo in pratica da anni"

"Se riusciremo a convincere i proprietari di case sfitte, predisporremo un bando per affittare a giovani coppie con bambini in età scolare (infanzia e primaria), italiane, o comunque residenti in Italia in modo regolare da almeno 5 anni che prevederà un affitto calmierato che renda appetibile venire a vivere a Pontinvrea".

Pontinvrea taglia le tasse, il sindaco Camiciottoli: "Questa riduzione rientra in un progetto di controesodo che stiamo mettendo in pratica da anni"

Il Sindaco di Pontinvrea (Lega), Matteo Camiciottoli, ha proposto e ottenuto da parte della Giunta Comunale la possibilità di ridurre le tasse ai pontesini del 10%.

Spiega Camiciottoli: ”Credo sia superfluo ricordare che non ci siamo svegliati ora nel voler rendere più agevole la vita dei nostri cittadini, basta solo ricordare la grande battaglia contro la tassa sulla prima casa nel 2012 e le battaglie contro i carrozzoni sull'acqua e sui rifiuti. Proprio in quest'ottica va la riduzione che applichiamo con questa delibera che ridurrà del 5% la tassa sui rifiuti e del 5% il costo della bolletta dell'acqua, questo oltre che per dare un segnale di controtendenza da quello che ha fatto il governo in questi anni, rientra in un progetto vero di controesodo che stiamo mettendo in pratica da anni, sicuri come siamo di essere come territorio dell'entroterra prima e come comune una risorsa".

"Nei prossimi mesi se riusciremo a convincere i proprietari di case sfitte - ha proseguito il primo cittadino pontesino - predisporremo un bando per affittare a giovani coppie con bambini in età scolare (infanzia e primaria), italiane, o comunque residenti in Italia in modo regolare da almeno 5 anni che prevederà un affitto calmierato che renda appetibile venire a vivere a Pontinvrea, al fianco di questo stiamo pensando ad un contributo di solidarietà comunale per aumentare ad esempio le pensioni da fame che alcuni nostri cittadini hanno o sostenere famiglie in difficoltà, persone che hanno perso il lavoro aiutandoli al reinserimento, e giovani anchessi accompagnandoli al mondo del lavoro. In tutto questo un trasporto locale più funzionante che permetta lo spostamento autonomo per tutti".

"Un progetto ambizioso, concreto  come concreta e stata la nostra amministrazione in questi anni, nella speranza che il prossimo Governo voglia investire realmente sui piccoli borghi partendo dall'azzeramento della legge Del Rio che ha permesso di creare ad esempio tante unioni di Comuni che sono scatole vuote che sottraggono risorse ai comuni e ha distrutto le Province che potrebbero essere invece centri per servizi e funzioni per i comuni più piccoli permettendo un vero rilancio dell'entroterra, Intanto partiamo e partiamo con una riduzione del 10% di tasse che credo e spero faccia piacere ai miei concittadini” ha infine concluso Camiciottoli.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium